Salute

Alzheimer: il ruolo delle "cellule spazzine" della microglia

Una mutazione genetica che altera le cellule immunitarie del cervello triplica il rischio di Alzheimer: uno studio fa luce sulla loro funzione.

Una rara mutazione genetica che altera in modo radicale il comportamento della microglia, l'insieme delle cellule immunitarie del cervello, renderebbe tre volte più probabile il rischio di sviluppare Alzheimer. Al di là dell'occorrenza della mutazione in sé, appunto non frequente, la ricerca condotta dal Picower Institute for Learning and Memory del MIT di Cambridge, Massachusetts, getta una nuova luce sul ruolo di queste cellule nella malattia di Alzheimer.

Addetta alle pulizie. Oltre a costituire la prima linea di difesa del sistema nervoso centrale contro i patogeni, la microglia, che comprende circa il 10% di tutte le cellule cerebrali, svolge importantissime "funzioni di mantenimento". Rimuove i neuroni che non comunicano in modo adeguato, evitando che l'informazione si disperda su binari morti, e si sbarazza degli aggregati proteici che quando si accumulano sono associati a malattie neurodegenerative come appunto l'Alzheimer. 

Guardiana difettosa. Quando però è affetta dalla mutazione TREM2 R47H/+, la microglia mutante è più soggetta a infiammazione, risponde in modo meno efficiente ai danni neuronali e sembra meno capace di ripulire l'ambiente cerebrale dalle sostanze di scarto. Gli autori dello studio hanno ottenuto due linee cellulari di microglia, una mutata e una non, a partire da colture cellulari umane derivate da cellule staminali di una donatrice sana. La microglia affetta dalla mutazione ha espresso molti più geni connessi ai processi infiammatori e alle risposte immunitarie e si è dimostrata molto più incline ad infiammarsi in seguito a un'infezione.

Arrivo: solo un attimo... Quando hanno messo alla prova le funzioni ripulitrici di queste cellule immunitarie, gli scienziati si sono accorti che la microglia mutante si sbarazzava dei detriti comunemente presenti nei tessuti cerebrali, come i depositi di proteina beta-amiloide, in modo meno efficiente. Era anche meno "solerte" nell'accorrere verso i neuroni danneggiati: quando i ricercatori hanno simulato un danno ai neuroni in coltura con un laser, la microglia mutata è parsa meno incline a dirigersi verso le cellule danneggiate. 

Forbici fuori controllo. Allo stesso tempo, trasferita in cervelli di topi in vita, la microglia mutata ha mostrato un eccesso di zelo nel rimuovere le sinapsi tra neuroni. Un'ipotesi è che la mutazione studiata porti a una sovraespressione delle proteine che indicano alla microglia quali sinapsi sono da "potare", perché inutili o sovrabbondanti.

Tutte queste informazioni potrebbero servire a studiare nuove strategie farmacologiche per il contrasto e il contenimento dei danni della malattia di Alzheimer.

23 novembre 2023 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us