Salute

Alimenti: sostituire burro con oli vegetali non taglia rischi cuore

Roma, 13 apr. (AdnKronos Salute) - Rivincita del burro. Un gruppo di ricerca guidato da scienziati della Facoltà di Medicina dell'University of Nord Carolina e dei National Institutes of Health mette in dubbio la scelta cosiddetta scelta 'salva-cuore' di sostituire il burro e altri grassi saturi con olio di mais e altri oli vegetali ad alto contenuto di acido linoleico. I risultati, pubblicati sul 'British Medical Journal', suggeriscono infatti che l'uso di oli vegetali ad alto contenuto di acido linoleico potrebbe essere anche peggiore rispetto a quello del burro, quando si tratta di prevenire le malattie cardiache, anche se occorrono maggiori ricerche su questo fronte.

Quest'ultimo dato emerge da un'analisi dei dati inediti di un ampio studio controllato, condotto in Minnesota circa 50 anni fa, nonché da un'analisi più ampia dei dati pubblicati attraverso studi simili su questo intervento dietetico. Le analisi mostrano che questa sostituzione non ha ridotto cardiopatie e mortalità generale, nonostante siano scesi i livelli di colesterolo. Anzi, nello studio in Minnesota i partecipanti che avevano visto scendere di più il colesterolo hanno registrato addirittura un aumento del rischio di morte.

Dati parziali, questi ultimi, come ammettono i ricercatori. Ma "tutte insieme queste ricerche ci portano a concludere che un'incompleta pubblicazione di importanti dati ha contribuito a sovrastimare i benefici, e a sottostimare i potenziali rischi, della sostituzione di grassi saluti con oli vegetali ricchi di acido linoleico", conclude Daisy Zamora, ricercatrice del Dipartimento di Psichiatria dell'Unc School of Medicine. Oltre all'olio di mais, fra quelli nel mirino della ricerca ci sono l'olio di girasole e l'olio di semi di cotone.

13 aprile 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us