Salute

Alimenti: Lav, bimbi vegani discriminati a scuola, Lorenzin intervenga

Regioni e Comuni non rispettano Linee di indirizzo nazionale per la ristorazione scolastica

Roma, 25 mar. (AdnKronos Salute) - "I bambini vegani sono discriminati a scuola. Molti Comuni e Regioni non attuano le linee guida del ministero della Salute in vigore da 6 anni sui pasti delle mense e la produzione di certificati medici. La Lorenzin intervenga". Lo chiede in una nota la Lav, Lega antivivisezione, sottolineando che "molte amministrazioni locali come Roma - secondo una nostra ricerca - non prevedono ancora cibi dedicati ai vegani, limitandosi a dare contorni, o, seppure dispensati, cercano in alcuni casi di scoraggiarne l'utilizzo come fa la Regione Emilia Romagna". O ancora "richiedono, in maniera discriminatoria, certificati medici per una scelta che medica non è, come fanno Comuni come Torino, Parma, Bologna e Rimini. O addirittura pretendono un consenso informato di scarico di responsabilità come fa il Comune di Ferrara".

Per questo la Lav, forte anche di una pronuncia del Tar di Bolzano che nel maggio 2015 ha costretto il Comune di Merano a riammettere al nido una bambina la cui mamma si era rifiutata di accreditare la propria scelta etica vegana con un certificato medico, ha chiesto con una lettera al ministro della Salute Lorenzin di inviare una nota chiarificatrice a Regioni e Comuni, in applicazione delle Linee di indirizzo nazionale per la ristorazione scolastica. La richiesta è supportata da un'interrogazione parlamentare di cui la deputata Beatrice Brignone si è fatta promotrice.

Linee guida che sono state siglate anche dagli enti locali nella Conferenza unificata del 29 aprile 2010, e pubblicate nella Gazzetta Ufficiale dell'11 giugno successivo. "A pagina 22 del documento - conclude la Lav - le linee guida recitano testualmente: 'Vanno assicurate anche adeguate sostituzioni di alimenti correlate a ragioni etico-religiose o culturali. Tali sostituzioni non richiedono certificazione medica, ma la semplice richiesta dei genitori'".

25 marzo 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us