Salute

Alimenti: indagine in Usa, in 7 anni -24% acquisto dolciumi

Roma, 22 dic. (AdnKronos Salute) - Calano le vendite di dolciumi preconfezionati negli Stati Uniti: fra gli alimenti che secondo gli esperti maggiormente hanno contribuito all'epidemia di obesità Oltreoceano, gli acquisti di biscotti, torte, merendine e ciambelle sono diminuiti del 24% fra il 2005 e il 2012, hanno calcolato gli esperti dell'Università del North Carolina, che hanno pubblicato i dati sul 'Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics'.

Nel tentativo di sviluppare nuovi metodi per monitorare gli sforzi per migliorare la qualità alimentare negli Stati Uniti, i ricercatori della hanno analizzato la 'questione dolciumi' da due angolazioni: i cambiamenti apportati agli ingredienti contenuti in questi prodotti, e se i consumatori ne avessero ridotto l'acquisto, virando verso alimenti a contenuto energetico inferiore e con meno zuccheri o grassi saturi. E se i risultati hanno evidenziato modifiche limitate nel contenuto nutrizionale dei dolciumi, tuttavia il consumo appare diminuito nell'arco dei 7 anni considerati.

"I dati di questo studio indicano che sono necessari grandi sforzi e su vasta scala da parte dei funzionari della sanità pubblica e delle aziende produttrici", osserva l'autore principale dello studio, Kevin Mathias del dipartimento di Nutrizione dell'ateneo americano. "Abbiamo infatti rilevato che i nuovi dolci prodotti nel 2012 non hanno meno calorie, zuccheri o grassi rispetto ai quelli già presenti sul mercato", assicura Mathias. Mentre per quanto riguarda ciò che gli americani comprano al supermercato, dallo studio emerge una buona notizia: tra il 2005 e il 2012 gli acquisti domestici di dolciumi preconfezionati sono scesi del 24%. "Questo mostra l'opportunità per i produttori di alimenti e i responsabili della salute pubblica di lavorare insieme per sviluppare strategie condivise", conclude l'esperto.

22 dicembre 2014 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us