Salute

Alimenti: energy drink passione per 68% teenager, mossa del Parlamento Ue

No a indicazioni nutrizionali su effetti concentrazione per evitare rischi da consumi eccessivi

Roma, 29 lug. (AdnKronos Salute) - Piacciono ai giovanissimi, negli spot promettono di potenziare attenzione e concentrazione, ma questo mese il Parlamento Europeo "ha messo il veto alla proposta della Commissione di permettere sulle bibite energizzanti che contengono caffeina la presenza di indicazioni nutrizionali che ne promuovano la capacità di aumentare l'attenzione o la concentrazione. I deputati spiegano che simili annunci potrebbero incoraggiare un'eccessiva assunzione di zucchero da parte degli adolescenti, che sono i maggiori consumatori di queste bevande", ma anche di caffeina. Lo sottolinea Elga Baviera, biologa esperta in sicurezza alimentare e tutela della salute, che analizzando il fenomeno ricorda come secondo parlamentari "il 68% degli adolescenti e circa il 18% dei bambini consumano regolarmente energy drink".

Nella risoluzione, si precisa inoltre che "il 25% degli adolescenti che consumano bevande energetiche beve tre o più lattine di seguito, e che le indicazioni proposte potrebbero incoraggiare il consumo di quantità ancora maggiori di tali bevande". Ma cosa c'è in queste bevande? "Una lattina da 250 ml di bibita energizzante può contenere fino a 27 grammi di zucchero e 80 milligrammi di caffeina; tali bibite - afferma la biologa - sono state associate a cefalea, disturbi del sonno e problemi comportamentali nei bambini e adolescenti che ne fanno regolarmente uso".

Proprio pensando ai giovanissimi, i deputati chiedono agli Stati membri di prendere in considerazione l'introduzione di norme sulla commercializzazione delle bevande ad alto contenuto di caffeina e degli alimenti per bambini e adolescenti con caffeina aggiunta. "A tale proposito l'Efsa, in una relazione sulle bevande energetiche, aveva fornito indicazioni sui consumi - ricorda Baviera - Per quanto riguarda gli adulti (18-65 anni) circa il 30% degli intervistati era consumatore di bevande energetiche, e in circa il 12% dei casi il consumo era 'elevato e cronico', con una media di 4,5 litri in un mese. Quanto agli adolescenti (10-18 anni), circa il 68% degli intervistati le beveva e in circa il 12% di questi il consumo era elevato e cronico, con una media di 7 litri in un mese".

Inoltre circa il 18% dei bambini di 3-10 anni beve energy drink, e "in circa il 16% di questi il consumo era definito 'elevato e cronico", con "quasi 4 litri in un mese. Per lo studio - prosegue l'esperta - sono state prese in considerazione bevande energetiche non alcoliche contenenti caffeina, taurina o vitamine (spesso in combinazione con altri ingredienti) immesse sul mercato per i loro effetti stimolanti, energizzanti e di amplificazione delle prestazioni, reali o percepiti. Ulteriori studi - continua - hanno evidenziato che per i bambini e gli adolescenti le informazioni disponibili sono insufficienti a indicare un valore soglia sicuro di assunzione di caffeina".

Non solo. "In un report del 2000 (The Safety Aspects of Dietary Caffeine) citato dal Food Standards Australia New Zeland si specifica che, nonostante i pochi studi a disposizione sui bambini di età superiore all’anno o negli adolescenti, prendendo in considerazione i dati di metabolismo e farmacocinetica, è possibile ipotizzare l’insorgenza di una 'sindrome da astinenza', così come è stato possibile individuare aumenti del livello di ansia nei bambini a dosi corrispondenti a 95 mg (3 mg/kg di peso corporeo/giorno nei bambini di età 5-12 anni", conclude.

29 luglio 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us