Salute

Alimenti: da 'sindrome della modella' ad ape-mania, 5 errori dei teenager

Il pediatra, mangiare a colori è sano, aiuta la linea e fa bene alla pelle

Roma, 25 giu.(AdnKronos Salute) - Occhio alla 'sindrome della modella', che "porta le adolescenti italiane a vedersi grasse e le spinge a pericolosi digiuni o a diete fai da te". Ma anche all'ape-mania, "la passione per l'aperitivo, che fa mangiare e a volte anche bere alcolici fuori pasto, scombussolando l'alimentazione". Sono due dei 5 errori a tavola più comuni fra gli adolescenti italiani, secondo il pediatra di Milano Italo Farnetani. Che sposa in pieno il consiglio diffuso dal ministero della Salute in occasione di Expo Milano 2015 di 'mangiare a colori'. "Un suggerimento - dice il medico all'Adnkronos Salute - davvero utilissimo per gli adolescenti, a cui bisogna spiegare che frutta e verdura colorate oltretutto fanno bene alla pelle, delicata e spesso infiammata nella fase della crescita".

Ma come si comportano gli adolescenti italiani a tavola? "In realtà, sulla base di un'indagine realizzata un anno fa coinvolgendo i pediatri italiani, abbiamo visto che i ragazzini sono molto legati alle tradizioni familiari: le polpette della nonna, le lasagne della domenica. Amano anche i piatti della tradizione locale e quelli dell'infanzia. Dunque la base c'è", afferma.

"Il problema - spiega Farnetani - è che spesso si fanno alcuni errori: il primo è saltare la colazione, magari perché la sera si è fatto tardi e al mattino ci si prepara in fretta per la scuola. Poi c'è la passione per i cibi 'fast food', fritti in olio che magari non viene cambiato troppo spesso, anche per identificarsi con il gruppo delle coetanee".

E ancora: il terzo errore, "diffuso soprattutto fra le femmine, nasce dal confronto con le modelle. Io la chiamo la 'sindrome della modella', che genera nelle ragazzine l'idea di essere troppo in carne quando invece non lo si è affatto. Così, il confronto con bellezze tanto magre da essere a volte patologiche, spinge alcune adolescenti a digiunare o a scegliere pericolose diete fai da te. Magari di nascosto. Ma la dieta deve essere sempre prescritta da uno specialista, perché in un organismo in fase di crescita può essere pericolosa l'eliminazione di alcuni nutrienti", prosegue Farnetani.

Al quarto posto il pediatra colloca l'ape-mania, la "passione per l'aperitivo, che porta a mangiare fuori pasto e a bere alcolici, cosa da stigmatizzare". Il consiglio? Non deve diventare un'abitudine. Infine occhio a "cure ricostituenti o integratori consigliati da amici o in palestra, soprattutto fra i maschi. Senza consiglio del medico questi prodotti vanno evitati - raccomanda - anche perché temo che possano aprire la porta al doping".

Ebbene, per i giovanissimi italiani è ottimo il consiglio di "mangiare a colori, come suggerisce un opuscolo del ministero della Salute". Frutta e verdura sono ricche di acqua, vitamine, minerali e fibre, utili a rinforzare le difese e ridurre il rischio di alcune malattie.

Mangiare 5 porzioni al giorno di frutta e verdura di colori diversi apporta i vari nutrienti di cui ha bisogno l'organismo e aiuta a combattere i radicali liberi, responsabili di malattie degenerative e processi di invecchiamento. Dal blu-viola delle more e delle susine, al verde dei broccoli, al bianco di finocchio e mele, al rosso di pomodori, anguria e fragole, fino al giallo di albicocche e pesche, la scelta è varia e molteplice. I cibi 'a colori' contengono antocianine, vitamina C, carotenoidi, magnesio, polifenoli, licopene e altre preziose sostanze. Ma di fronte a un piatto colorato Farnetani non ha dubbi: i ragazzini preferiranno la frutta rossa, perché questo colore li attira, anche nella scelta di altri alimenti. Dunque via libera a ciliegie, fragole e anguria, in questo periodo. E per convincere anche gli adolescenti più riottosi, basterà spiegare che "frutta e verdura fresche fanno bene alla pelle".

25 giugno 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us