Salute

Alimentazione: Adi-Uildm, benefici dieta ad hoc per malati distrofia

Convegno domani

Roma, 24 lug. (AdnKronos Salute) - I benefici di un'alimentazione mirata per il paziente con distrofia muscolare. A dare indicazioni su questo tema gli esperti dell'Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica (Adi), sezione Emilia Romagna, in collaborazione con l'Unione italiana lotta alla distrofia muscolare (Uildm) che partecipano domani a Milano all'evento Pianeta nutrizione integrazione VI Forum multidisciplinare di Nutrizione, con il convegno "Sfida alla distrofia muscolare: la nutrizione come risorsa e speranza".

I medici Adi e gli esperti dell’Uildm si alterneranno per presentare le possibili risposte che l’alimentazione può dare nell’evoluzione della malattia e nel miglioramento della qualità di vita dei pazienti. Illustreranno le modalità operative dei percorsi specialistici multidisciplinari di alcune realtà italiane ed i risultati dei lavori di ricerca più recenti condotti su bambini affetti da questa patologia, dovuta a un difetto della distrofina, la proteina contenuta nella membrana della fibra muscolare, che provoca un indebolimento di tutta la muscolatura rendendo i movimenti e la deambulazione sempre più difficili fino a coinvolgere anche il muscolo cardiaco e il sistema respiratorio.

"Sebbene le origini della malattia siano genetiche, sembrerebbe che a sostenere il processo patologico contribuiscano anche l’infiammazione e lo stress ossidativo - dichiara Annalisa Maghetti, presidente della sezione regionale Asi Emilia Romagna - tanto che per migliorare la condizione clinica e la qualità della vita, si somministrano spesso farmaci antinfiammatori di sintesi, per lo più steroidei, coenzima Q10, ma anche singoli composti dell’area dei polifenoli come l’epigallocatechina e o il resveratrolo potrebbero rivelarsi utili".

Pertanto, aggiunge Maghetti, "una dieta orientata su alimenti antinfiammatori e antiossidanti, integrata con specifici aminoacidi come la creatina e la leucina, arricchita con vitamina D e calcio e bilanciata sia a livello energetico che proteico, potrebbe aiutare a migliorare la qualità di vita dei pazienti migliorando la forza e la resistenza muscolare".

Un'alimentazione mirata potrebbe, inoltre, prevenire l’insorgere di altri rischi correlati alla distrofia muscolare, come l’obesità e l’osteoporosi, dovute sia alla somministrazione di terapie steroidee e sia alla riduzione del movimento.

"La maggioranza dei bambini distrofici nell’età infantile è spesso sovrappeso o obesa – conclude Antonio Caretto, presidente Asi – ma nello stesso tempo corre il rischio di diventare malnutrita superata l’età adolescenziale per la compromissione dell’apparato digerente. L’eccesso ponderale, infatti, genera maggior affaticamento muscolare e la malnutrizione esita nel catabolismo proteico. La prevenzione e il monitoraggio costante della crescita, anche con indagini strumentali non invasive come la calorimetria indiretta e la bioimpedenziometria, sembrano essere le armi migliori per contrastare l’eccesso o il difetto ponderale".

24 giugno 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us