Salute

Alimentazione: Adi, occhio a diete vegetariane in pazienti oncologici

Roma, 14 dic. (AdnKronos Salute) - Quando si parla di diete vegetariane e tumori è fondamentale tenere distinti due livelli: preventivo se si parla a soggetti sani, clinico se a persone già affette da patologie oncologiche. Quest'ultime, infatti, se informate scorrettamente e non seguite nell'alimentazione da professionisti del settore, possono peggiorare il proprio stato di salute incorrendo il più delle volte in stati di malnutrizione calorico proteica, perché spinti dal timore di ingerire qualsiasi tipo di alimento di origine animale.

A distanza di due mesi dal parere emesso dall'Oms sulla cancerogenicità delle carni lavorate, l'Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica torna sull'argomento alimentazione e tumori, durante il XVI Corso nazionale a Roma, con l'obiettivo di fare chiarezza sia in termini di prevenzione che dal punto di vista clinico, sulla confusione generale sollevata dai media attorno al tema del vegetarianismo.

In questi ultimi mesi - dichiarano gli esperti Adi - ci siamo trovati più volte di fronte a pazienti oncologici disorientati perché non sapevano più cosa fosse sano o dannoso per il loro organismo e se eliminare del tutto la carne dalla loro alimentazione. Il paziente oncologico è già di per sé una persona confusa e con poche certezze, messaggi scorretti o superficiali possono metterlo ancora più in difficoltà e in pericolo. Se non opportunamente gestiti da specialisti del settore, i regimi dietetici di tipo vegetariano e in particolar modo quello vegano possono dare origine nel paziente a importanti deficit nutrizionali, soprattutto a carico di proteine, acidi grassi omega tre, calcio, ferro e cobalamina.

Dall'analisi degli studi epidemiologici condotti sino a oggi sul rapporto fra vegetarianismo e cancro non sono emersi, secondo Adi, vantaggi in termini di mortalità, anzi si registrano significative perdite di peso che nei pazienti oncologici possono comportare un aumentato rischio di diventare malnutriti e di conseguenza esporsi a un tasso di infezioni più alto, incorrere in complicanze post operatorie e addirittura ridurre la tolleranza e la risposta ai trattamenti radio-chemioterapici.

Dopo il parere dell'Oms abbiamo assistito a una sorta di processo di demonizzazione della carne, come alimento da bandire dalle nostre tavole - concludono gli specialisti Adi - ciò che preoccupa però non è l'alimento in sé, ma le porzioni consumate, la frequenza e la quantità di nitriti e nitrati presenti nelle carni conservate che si trasformano in nitrosammine dannose per la nostra salute.

In termini di prevenzione si raccomanda quindi di modificare gradualmente la propria alimentazione consumando cereali integrali, frutta e verdura e sostituendo le proteine della carne in modo corretto con pesce, uova, latticini a ridotto contenuto di grassi e soprattutto legumi.

Diversamente, in termini di terapia clinica bisogna sempre stare attenti nei pazienti oncologici a non fomentare false speranze e facili allarmismi dannosi per la loro salute.

14 dicembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us