La pillola anti-sbronza funziona sui topi

Nanocapsule ripiene di enzimi aiutano il fegato a metabolizzare l'alcol, riducono gli effetti tossici delle bevute e aiutano a svegliarsi meglio la mattina dopo.

ipa_cp7pyx_web
La mattina del giorno dopo. Perché dopo una sbronza cerchiamo cibi grassi?|Tomas Anderson/Flickr

Per quanto fantasiosi possano essere i "rimedi della nonna", il solo metodo sicuro per superare un dopo-sbronza è aspettare che gli enzimi del nostro organismo facciano il loro lavoro, metabolizzando ciò che abbiamo ingerito a fiumi.

 

Guardando alla naturale reazione del corpo umano alle bevute, gli scienziati della Keck School of Medicine dell'Università della California meridionale hanno messo a punto un antidoto che sembra ridurre gli effetti più tossici dell'alcol, e che è stato testato con successo sui topi.

Poveri topi! Cheng Ji, esperto in malattie del fegato, si è concentrato su tre tipi di enzimi in particolare, capaci di convertire l'alcol in molecole innocue, che vengono poi eliminate dall'organismo. Le loro proprietà erano già note, ma occorreva studiare come consegnarli in modo sicuro al fegato: per proteggere e avvolgere gli enzimi, Ji è ricorso a nanocapsule in materiali già approvati dalla Food and Drug Administration americana, che ha poi iniettato nel sistema circolatorio di topi già "alticci".

 

Le capsule hanno consegnato il prezioso carico al fegato dei topi ubriachi, riducendo il livello di alcol nel sangue del 45% in sole 4 ore. Nel frattempo, la concentrazione di acetaldeide - un sottoprodotto tossico e cancerogeno dell'alcol, responsabile di mal di testa, nausea e rossore sul viso - sono rimasti al minimo. I topi trattati si sono risvegliati dal sonno post sbornia molto più velocemente dei loro compari a cui era stato negato il rimedio - un effetto che anche molti umani apprezzerebbero.

 

Uomini e topi. I prossimi studi verificheranno che le capsule siano sicure e prive di effetti collaterali. Se tutto andrà per il meglio, i primi test clinici sull'uomo dovrebbero iniziare tra circa un anno. Più che per lenire gli effetti del dopo-sbronza (sarebbe meglio moderare il consumo di alcol all'origine) le capsule serviranno a ridurre la tossicità dell'alcol nei pazienti che arrivano gravemente intossicati al pronto soccorso.

 

13 Maggio 2018 | Elisabetta Intini