Salute

Aids: il caso, sieropositiva alla nascita non prende più farmaci da 12 anni

Il caso di una francese di 18 anni nata sieropositiva. L’annuncio dell’Istituto Pasteur: «Primo caso al mondo di regressione così prolungata». 

Una adolescente francese sieropositiva dalla nascita, è in remissione da 12 anni dopo l'interruzione della terapia. La ragazza, che ora ha 18 anni, «non è considerata ancora guarita, ma è in buona salute pur non prendendo più i farmaci». Lo ha affermato Asier Saez-Cirion dell'Istituto Pasteur di Parigi, che ha presentato il caso all'International Aids Society di Vancouver.

È il primo caso di un bambino sieropositivo - evidenzia l'Istituto Pasteur in una nota - che è in remissione dalla malattia per un periodo così lungo. «Non sappiamo ancora il motivo per cui questa ragazza è in grado di controllare l'infezione», aggiungono gli esperti.

La fonte della bella notizia è il più autorevole laboratorio di virologia del mondo, impegnato nella lotta contro Hiv e Aids fin dalla loro scoperta. Ma i risultaiti del caso sono stati presentati a un congresso e non su una rivista scientifica e dunque si attendono conferme e studi ulteriori. Ma nonostante questo limite, sono risultati molto importanti e soprattutto eclatanti.

«L’osservazione della remissione della malattia in un bambino nato sieropositivo sta aprendo nuove prospettive per la ricerca», sottolinea Jean-François Delfraissy, direttore del National Agency for Aids Research (Anrs) francese. «Questo risultato non deve tuttavia essere considerato come una guarigione, è impossibile prevedere l’evoluzione della sua condizione. Il caso della ragazza è comunque un ulteriore argomento a favore del trattamento antiretrovirale il più presto possibile per tutti i bambini nati da madri sieropositive».

La storia clinica. I medici dell’Istituto Pasteur hanno seguito la ragazza sieropositiva dalla nascita fin dal 1996. Si era infettata nel pancione della mamma, che aveva una carica virale non controllata. Una volta venuta alla luce, la bimba aveva ricevuto per sei mesi un trattamento con l’Azt, il primo farmaco a essere introdotto per il trattamento dell’Aids, e poi una combinazione di quattro antiretrovirali.

La terapia è continuata fino all’età di 6 anni quando la famiglia ha deciso di interrompere l’assunzione dei farmaci. Dopo un anno, la carica virale della bambina era quasi non rilevabile, perciò i medici hanno deciso di non proseguire più alcuna cura. Dodici anni più tardi la notizia della remissione.

I precedenti invitano alla cautela. Non è la prima volta che si registrano regressioni così radicali dell'infezione da Hiv. Il caso più eclatante è stato quello di una bambina statunitense che dopo i primi trionfali annunci per la guarigione ha avuto una ricaduta. A nessuno piace fare il guastafeste, ma in casi di questo tipo ci vuole molta cautela e pazienza.

21 luglio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us