Salute

Aids: 'E' di moda', polemiche sul web per lo slogan shock di Convivio 2016

'Irrispettoso per i malati', ma la Rete si divide e c'è chi lo promuove come 'provocatorio e potente'

Milano, 5 apr. (AdnKronos Salute) - "L'Aids è di moda". Monta la polemica sui social network per il 'claim' scelto quest'anno da Convivio Milano, la tradizionale mostra mercato che mobilita grandi griffe a favore di Anlaids Lombardia, un appuntamento biennale nato da un'idea dello stilista Gianni Versace ormai nel lontano 1992. La locandina dell'evento mostra i volti delle due testimonial - due 'icone' della moda come la direttrice di Vogue Italia Franca Sozzani e la stilista Donatella Versace - con il messaggio shock 'L'Aids è di moda', finito sul web nel mirino di commenti tra lo spiazzato e il perplesso, alcuni più critici e altri più positivi.

Su Twitter, per esempio, ci sono utenti che bocciano lo slogan bollandolo come "irrispettoso. Chi è malato di Aids non pensa di essere alla moda". C'è chi chiede: "Ma non avete pensato a come si potevano sentire i malati di Hiv/Aids?". E chi insorge: "Una cosa vergognosa". I commenti si moltiplicano di minuto in minuto, ma nel dibattito non mancano i favorevoli: la campagna è "provocatoria e potente. Già che se ne parli è un successo. Bravi".

Nella locandina i promotori ricordano i numeri dell'infezione in Italia e nello slogan Versace e Sozzani dicono: "Io ci metto la faccia, a te chiedo di fare shopping. Meglio fashion victim che Aids victim". In risposta alle polemiche, l'account di ConvivioMilano non si sottrae alla discussione, anzi cerca di alimentarla spiegando lo spirito del claim. E sul profilo compare anche un sondaggio: "L'Aids è di moda purtroppo con 4 mila nuovi casi ogni anno e circa 120 mila persone sieropositive, sei d'accordo?".

5 aprile 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us