Salute

Aic, assenza Registro nazionale ha conseguenze contrarie a norme Ue

Aic, stop a pendolarismo universitario grazie a intesa Life University Usa e Link Campus Roma

Milano, 11 dic. (AdnKronos Salute) - In Italia sono attivi circa 400 chiropratici, 300 dei quali aderenti all'Associazione italiana chiropratici. L'Aic stima però che nel nostro Paese vi siano almeno altri 400 operatori 'abusivi', persone che offrono prestazioni senza essere in possesso di una laurea che finora era possibile conseguire soltanto all'estero. Ora il pendolarismo potrebbe finire, contrastando anche il fenomeno dell'abusivismo, grazie alla prima Facoltà universitaria di Chiropratica in Italia. Ad avviarla sarà l'ateneo chiropratico americano Life University di Marietta, in Georgia, grazie a un progetto approvato dal Consiglio direttivo universitario e frutto di una collaborazione con l'Aic e l'università degli Studi Link Campus University. Sarà quest'ultima a ospiterà il corso nella sua sede di Roma, vicino a Piazza San Pietro. Le lezioni prenderanno il via nel 2017.

"E' il coronamento di un sogno - afferma John Gordon Williams, presidente dell'Aic, in occasione di un incontro sulle professioni sanitarie emergenti organizzato questo pomeriggio a Milano - Life University porterà in Italia tutta la propria esperienza, che negli anni le ha consentito di divenire l'università più prestigiosa e qualificata nell'universo della chiropratica. La ricaduta che il corso di laurea avrà sul nostro Paese sarà ampiamente positiva. Si pensi che solo negli Stati Uniti esercitano oltre 80 mila chiropratici, cioè un dottore ogni 4 mila abitanti. In Italia una simile proporzione porterebbe nell'arco di qualche anno ad avere alcune migliaia di professionisti qualificati, con una notevole e benefica ricaduta sulla salute pubblica e sull'occupazione".

"I nostri obiettivi sono semplici, ma di vasta portata - dichiara Guy Riekeman, presidente di Life University - Vogliamo sostenere lo sviluppo della chiropratica in tutto il mondo e aiutare l'Italia e gli altri Paesi nel compito di creare un'adeguata identità professionale, contribuendo alla definizione di standard internazionali per la formazione del dottore in chiropratica".

La chiropratica è una professione sanitaria primaria, riconosciuta come tale anche in Italia dalla legge 244 del 2007. Nel comma 2 della normativa era prevista l'istituzione di un Registro dei dottori in chiropratica che ancora non esiste, evidenzia l'Associazione italiana chiropratici, così come il Regolamento di attuazione del comma che lo richiedeva. "L'Aic dialoga da anni con le istituzioni per ottenere l'avvio del Registro stabilito dalla legge", sottolinea l'associazione. A oggi, infatti, "la mancata emanazione del Regolamento e la mancata istituzione del Registro da parte del ministero della Salute, dovuta anche al fatto che il Miur non ha emanato l'ordinamento didattico dei corsi di laurea in chiropratica nonostante fosse stato in tal senso più volte richiesto, ha 3 effetti" che l'Aic segnala.

Primo: "Le prestazioni chiropratiche sono soggette a Iva poiché, secondo le circolari dell'Agenzia delle entrate, non essendo stato emanato il Regolamento e non essendo stato istituito il Registro sarebbe impedita in concreto la possibilità di individuare le prestazioni di competenza del chiropratico. E' stato generato un imponente contenzioso in cui a volte le Commissioni tributarie hanno riconosciuto l'esenzione dall'Iva delle suddette prestazioni, ma di recente la Cassazione ha confermato il loro assoggettamento".

Secondo effetto: "Le prestazioni di manipolazione e mobilizzazione effettuate dai professionisti chiropratici non vengono rimborsate dai fondi di assistenza sanitaria quali il Fasi, l'Inpgi e altri, se non sono state effettuate dietro prescrizione medica in un centro accreditato con il Ssn". Terzo: "I chiropratici che intendono aprire uno studio privato sono spesso oggetto di ordinanze di chiusura da parte delle Asl, sull'erroneo convincimento che gli stessi non possono esercitare autonomamente. Tutte queste conseguenze sono contrarie alla normativa Ue sulla libera circolazione e sullo stabilimento dei professionsti europei - denuncia l'Aic - perché creano ingiustificate discriminazioni e rendono molto difficile per i professionisti europei esercitare in Italia".

11 dicembre 2014 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us