Salute

Adolescenti: il cervello delle ragazze è invecchiato di più durante la pandemia

L'isolamento da lockdown ha comportato un invecchiamento nel cervello degli adolescenti, più pronunciato nelle ragazze: ma per quale ragione?

La pandemia di covid e i suoi lockdown hanno fatto precocemente invecchiare il cervello degli adolescenti, modificandone la struttura. Questo è stato già attestato da diversi studi, ma un nuovo lavoro degli scienziati dell'Università di Washington a Seattle ci dice ora qualcosa di più, e cioè che questo invecchiamento si è realizzato a velocità doppia nelle ragazze.

Cresciuti troppo in fretta. Mano a mano che il cervello si sviluppa, la corteccia cerebrale, il suo strato più esterno, si assottiglia. Traumi infantili come l'abbandono, i maltrattamenti e l'incuria accelerano questo processo, facendo invecchiare il cervello più rapidamente e predisponendo a un rischio maggiore di disturbi mentali.

Prima e dopo la covid. Per il nuovo studio, la neuroscienziata esperta di imaging medico Neva Corrigan ha confrontato le scansioni cerebrali di adolescenti effettuate prima e dopo la stagione più difficile della pandemia. Nel 2018, la ricercatrice e il suo team avevano raccolto scansioni cerebrali di adolescenti di 9, 11, 13, 15 e 17 anni e le avevano usate per creare un modello dei cambiamenti della corteccia tra i 9 e i 17 anni di età. Nel 2021, il gruppo ha realizzato scansioni cerebrali di una popolazione separata di adolescenti (tutti dell'area di Seattle e con un simile background socioeconomico) di 12, 14 e 16 anni di età.

Due volte più grandi. Il cervello degli adolescenti è invecchiato più rapidamente durante la pandemia ma,  in confronto, quello delle ragazze è invecchiato a velocità aumentata: l'assottigliamento corticale è parso equivalente a un invecchiamento di quattro anni, contro i due anni nel cervello degli adolescenti maschi. Inoltre, nelle ragazze si è osservata una riduzione dello spessore della corteccia in 35 regioni cerebrali, nei ragazzi soltanto in tre. Nelle ragazze, le aree più coinvolte dal processo erano soprattutto quelle incaricate dell'analisi dell'informazione visiva, in special modo dei volti.

Perché questa differenza? «Le donne fanno molto più affidamento sulla loro rete sociale per costruire l'identità personale e per il supporto emotivo», afferma Corrigan. «Potrebbe essere che durante la pandemia, l'isolamento abbia avuto un effetto più dannoso sul cervello femminile semplicemente perché le donne sono più inclini alle relazioni tra pari, così cruciali per il loro sviluppo cerebrale».

Una generazione segnata. Lo stress della pandemia sembra dunque aver avuto un effetto anche neurologico sullo sviluppo cerebrale dei ragazzi - i cui effetti in termini di salute mentale stanno cominciando ad emergere ora in modo esplosivo.

Non è chiaro se l'invecchiamento evidenziato dagli studi sia permanente, o se dopo gli anni critici dei lockdown si sia in qualche modo assestato, in attesa - si spera - di un recupero durante la crescita.

2 gennaio 2024 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us