Salute

Dall'Istituto Italiano di Tecnologia un bell'esoscheletro per tornare a camminare

È stato presentato a Milano Twin, l'esoscheletro prodotto dalla collaborazione fra Istituto Italiano di Tecnologia e Inail, destinato a persone con lesioni del midollo spinale.

Un esoscheletro robotico tutto italiano, che consente la deambulazione di persone con paralisi dovute a lesioni parziali o complete del midollo spinale, è stato presentato nei giorni scorsi al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano. Frutto della collaborazione fra Istituto Italiano di Tecnologia e Inail, Twin - questo il nome del dispositivo - potrebbe essere in commercio già fra 5 o 6 anni, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni e avviato il processo di industrializzazione.

Le differenze con gli antenati. Rispetto ai modelli sperimentali che lo hanno preceduto, Twin (vedi il video di presentazione, sotto) è più facile da usare e da indossare, si può smontare e rimontare con rapidità, ed è persino elegante, perché realizzato con il contributo di designer. Un dettaglio di importanza non secondaria, che ben rappresenta l'idea che sta sotto all'intero progetto: quella di creare uno strumento che soddisfi le esigenze di chi dovrà indossarlo e che i pazienti siano invogliati a utilizzare.

«Nella progettazione siamo partiti proprio dai pazienti, coinvolti con questionari e focus group da cui è emersa l'esigenza di avere un esoscheletro utilizzabile in autonomia, confortevole e trasportabile» ha spiegato Matteo Laffranchi, coordinatore del Rehab Technologies Lab Inail-IIT. Alcuni pazienti in particolare sono stati poi essenziali durante tutte le fasi dello sviluppo, prestandosi a sperimentare in prima persona il dispositivo via via che veniva perfezionato.

Si ricarica in 1 ora. Ergonomico e adattabile alle caratteristiche dei singoli, Twin è dotato di motori che assecondano le intenzioni dell'utilizzatore, e può essere impostato tramite un tablet così da regolare il passo a seconda delle esigenze. L'energia è fornita da una batteria che ha un'autonomia di 4 ore e si ricarica in un'ora.

«Twin può lavorare in 3 modalità – prosegue Laffranchi – per la deambulazione di pazienti con paralisi complete, per chi ha una mobilità residua ma necessita di un supporto, e per chi ha una una compromissione parziale e diversa nei due arti». 

I benefici dell'esoscheletro vanno molto oltre la deambulazione, che attualmente avviene in contesti comunque protetti. Spiega Franco Molteni, direttore dell'Unità operativa complessa Recupero e riabilitazione funzionale di Villa Beretta (LC), dove si è svolta parte della sperimentazione: «Il fatto di alzarsi in piedi e poter camminare migliora l'aspetto emotivo e la visione di sé nel mondo, e ha numerosi effetti fisiologici, per esempio sulla funzionalità intestinale e sulla risposta immunitaria».

Per ottenere i maggiori benefici, «questo tipo di riabilitazione andrebbe inserita più precocemente possibile a seguito di una lesione» ha concluso Ilaria Baroncini, medico fisiatra dell'Unità spinale al Montecatone Rehabilitation Institute, anch'esso sede della sperimentazione.

26 febbraio 2024 Margherita Fronte
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us