Senza più difese

L'Helicobacter pylori, il batterio responsabile della maggior parte delle ulcere e delle gastriti croniche, potrebbe un giorno dover dire addio al suo habitat prediletto: il nostro stomaco. Tra le...

spl_c0019544_web
Helicobacter pylori visti al microscopio elettronico.
L'Helicobacter pylori, il batterio responsabile della maggior parte delle ulcere e delle gastriti croniche, potrebbe un giorno dover dire addio al suo habitat prediletto: il nostro stomaco. Tra le nuove terapie per sconfiggere il fastidioso ospite, che alloggia indisturbato tra le pareti gastriche di circa la metà della popolazione mondiale, c'è una ricerca italiana che mira a distruggerlo a partire dal suo "scudo" più resistente. Per difendersi dall'attacco degli agenti esterni, come le sostanze che costituiscono l'ambiente acido dello stomaco, il batterio si dota di una "pellicola" esterna, chiamata biofilm, che in molti casi impedisce agli antibiotici di penetrare ed eliminarlo. I ricercatori della Cattolica di Roma-Policlinico Gemelli hanno trovato il modo di sciogliere questo strato protettivo mediante mucolitici, prima di procedere con la terapia antibiotica. Senza questa barriera a difenderli, i pericolosi batteri (qui al microscopio) potrebbero avere i giorni contati.
Le più belle immagini del corpo umano al microscopio

[E. I.]
11 Giugno 2011 | Elisabetta Intini