Ricavare energia dall'acqua (guardando ai polmoni)
Ottenere energia pulita è facile come... respirare? Un processo che imita gli scambi gassosi negli alveoli polmonari è servito, in laboratorio, a separare idrogeno e ossigeno in modo efficiente.
Ricerche petrolifere in mare con le bombe
L'Amministrazione Usa ha accordato alle società petrolifere il permesso di fare ricerche in Oceano utilizzando il metodo delle bombe d'aria.
Dalla CO2 arriva una batteria ecologica?
I ricercatori del MIT hanno messo a punto una batteria a basso impatto ambientale utilizzando l'anidride carbonica prodotta dai processi di combustione industriale. 
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

Il luminoso futuro di LHC
Mentre il super acceleratore è "in letargo" per il riposo invernale, gli scienziati del CERN progettano le prossime fasi di ricerca nonché alcuni importanti upgrade.
La lenta trasformazione di Chernobyl
A pochi metri dal "sarcofago" che ricopre il reattore sta per essere terminata la posa di un impianto fotovoltaico. Un modo per riconvertire territorio che rimarrà contaminato per altri 24 mila anni.
Fusione nucleare: giro di boa per ITER
Il punto su ITER, il reattore a fusione nucleare: il direttore del progetto dichiara che siamo a metà strada.
La prima nave cargo completamente elettrica
Ha un'autonomia di due ore ed è usata per ora per brevi rotte fluviali. Un segnale incoraggiante, se non fosse per il carico che - ironicamente - ancora trasporta.
Come trasformare la CO2 in carburante
Gli scienziati del MIT hanno scoperto un modo per trasformare le emissioni di anidride carbonica in carburante per macchine e aerei, o anche in materie prime utili all'industria chimica.
La nube radioattiva in Russia a domande e risposte
Le autorità del Paese hanno confermato un picco di radioattività sugli Urali a fine settembre. Da che cosa è stato causato? Fin dove si è spinto? E sopratutto: è pericoloso?
La lentissima decontaminazione a Fukushima
Proseguono i lavori della TEPCO per rimuovere le barre di combustibile esausto dalla centrale danneggiata. Ma per l'accuratezza necessaria e le altissime radiazioni, ci vorranno ancora decenni.
Il primo deposito permanente di scorie nucleari
Il tunnel di Onkalo, in Finlandia, resisterà alle insidie del tempo per decine di migliaia di anni. Ci riuscirà grazie a soluzioni ingegneristiche e dispositivi di sicurezza di una semplicità disarmante.