Energia

Un'ora per la Terra: al buio anche una regina

Le luci di Londra si spegneranno per un'ora, dalle 9 alle 10 di sera di giovedì 21 giugno. All'iniziativa "Earth Hour" ("Un'ora per la Terra"), promossa in Inghilterra da Capital Radio aderiscono tre milioni di inglesi. Partecipano attivamente anche l'amministrazione cittadina, che oscurerà i principali edifici pubblici, e la regina: Elisabetta II girerà infatti gli interruttori di Buckingam Palace, nel primo gesto di oscuramento volontario dai tempi della Seconda guerra mondiale.
Imperturbabili. L'obiettivo non è il risparmio previsto di 700-750 MWatt (più o meno quello che consumano in un anno 3.000 televisori), ma di sensibilizzare la popolazione sui temi dei consumi e del riscaldameto globale. I britannici si preparano all'evento con la consueta flemma: il nostro inviato a Londra ha raccolto conferme e adesioni, espresse però come se si trattasse di un fatto consueto e naturale. Ne sapremo di più venerdì..
Buio a rotazione. Questa di Londra fa seguito ad altre due iniziative analoghe: la prima, il 16 febbraio scorso in Italia, promossa e organizzata da Caterpillar, la trasmissione di Radiodue, ha prodotto mezz'ora di buio per i più importanti monumenti (dal Colosseo al Duomo di Milano) e cene a lume di candela in circa seimila ristoranti dal Trentino alla Sicila. La seconda il 31 marzo a Sydney, quando gli australiani hanno spento le luci di due milioni tra abitazioni, uffici e locali pubblici.

Foto: il logo di Earth Hour

20 giugno 2007
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us