Energia

La gomma che genera energia

È un nuovo materiale prodotto dalla giapponese Ricoh, capace di produrre elettricità quando viene tirato o fatto vibrare.

Visto così potrebbe sembrare un semplice foglio di plastica, e invece la gomma creata dall'azienda giapponese Ricoh ha una proprietà quasi sorprendente: se la tiri, produce energia.

Materiali speciali. Questa sua peculiarità è resa possibile dalla piezoelettricità, un fenomeno che caratterizza alcuni materiali che quando vengono sottoposti a un'azione meccanica (per esempio una compressione) generano una differenza di potenziale – una carica elettrica, insomma - che può essere "raccolta".

I più utilizzati a questo scopo sono le ceramiche e i polimeri, ma entrambi soffrono di alcune limitazioni: le prime producono più energia, ma sono fragili e pesanti; i secondi sono più sottili e flessibili, ma hanno una scarsa performance elettrica.

La gomma di Ricoh riassume in sé in pregi degli altri materiali piezoelettrici, senza le controindicazioni: si presenta infatti come una sostanza morbida ed elastica, dotata però di una resa paragonabile alla ceramica e di un'elasticità addirittura superiore a quella dei polimeri.

Stando a quanto dichiara l'azienda, la gomma è stata sottoposta a un elevato numero di test, senza mostrare segni di deterioramento; la sua "fluidità" inoltre la rende facile da produrre su larga scala a livello industriale.


Misteri e prospettive. L'azienda giapponese spiega che «il meccanismo della gomma genera-energia non è lo stesso degli altri materiali piezoelettrici», ma non ha svelato alcun dettaglio sulla sua composizione. Un segreto comprensibile a questo stadio, che però non permette di valutare quanto le sbandierate virtù prodigiose della gomma siano attendibili. Né è stato annunciato quando il prodotto sarà pronto per debuttare sul mercato.

Al di là delle cautele preliminari, tuttavia, questo nuovo materiale si presterebbe a numerose applicazioni in vari campi: basti pensare alla possibilità di realizzare sensori flessibili che si autoalimentano, utili per esempio nei dispositivi digitali indossabili e più in generale nel contesto della cosiddetta Internet delle cose.

24 maggio 2015 filippo ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Napoleone tenne in scacco tutte le monarchie d'Europa. Poi, a Waterloo, la resa dei conti. Chi erano i nemici dell'imperatore dei francesi? Come formarono le alleanze e le coalizioni per arginarlo? E perché tutti temevano la Grande Armée? Su questo numero, la caduta di Napoleone raccontata attraverso i protagonisti che l'hanno orchestrata.

ABBONATI A 29,90€

Miliardi di microrganismi che popolano il nostro corpo influenzano la nostra salute. Ecco perché ci conviene trattarli bene. E ancora: come la scienza affronta la minaccia delle varianti di CoVID-19, e perché, da sempre, l'uomo punta al potere. Inoltre, in occasione del 20° anniversario della sua seconda missione in orbita, l’astronauta italiano Umberto Guidoni racconta la sua meravigliosa odissea nello spazio.

ABBONATI A 29,90€

Vi siete mai chiesti quante persone stanno facendo l'amore in questo momento nel mondo? O quante tradiscono? E ancora: Esistono giraffe nane? Cosa sono davvero le "scie chimiche" degli aerei? E quanto ci mette il cibo ad attraversare il nostro copo? Queste e tante altre domande & risposte, sempre curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, in edicola tutti i mesi. 

ABBONATI A 29,90€
Follow us