Energia

Il Sole in laboratorio

Riprodotta in un laboratorio inglese un'eruzione solare in miniatura. Potrebbe servire a studiare i futuri reattori a fusione.

Il Sole in laboratorio
Riprodotta in un laboratorio inglese un'eruzione solare in miniatura. Potrebbe servire a studiare i futuri reattori a fusione.

Un'eruzione solare: molto più grande e potente di quelle riprodotte in laboratorio.
Un'eruzione solare: molto più grande e potente di quelle riprodotte in laboratorio.

Ormai in laboratorio si può fare di tutto, anche riprodurre un'eruzione solare. L'esperimento è stato condotto da un team di scienziati inglesi che è riuscita a ricreare una certa quantità di plasma (cioè una nuvola di gas surriscaldato e caricato elettricamente) simile a quella che si trova sulla superficie del Sole. Quale è stato il risultato? Che il plasma di laboratorio si è comportato come una versione in miniatura delle eruzioni solari.
La ricerca, condotta presso il Culham Science Centre, vicino a Oxford, fa parte di un'iniziativa intesa a sviluppare la fusione nucleare, ossia l'energia nucleare che permette al Sole si splendere.

Il fenomeno dell'instabilità. L'interesse dei ricercatori si è focalizzato su un fenomeno noto con il nome di “Edge-Localized Modes” (ELM), che consiste in una particolare instabilità che si può formare in un plasma, ai suoi margini. I ricercatori sostengono che quando il plasma raggiunge una precisa instabilità critica si formano i cosiddetti ELM, eventi esplosivi (come le eruzioni solari) in grado di liberare particelle ed energia. Con questa ricerca gli studiosi hanno ottenuto nuove misurazioni degli ELM, insieme a immagini dettagliate delle strutture filamentose a essi associate, in grado di richiamare le immense strutture del plasma presente sulla superficie solare. “Essere in grado di studiare nel dettaglio un'eruzione solare, ci aiuterebbe a capire cosa accade sul Sole, dove le nuvole di plasma sono più grandi e le energie maggiori” , ha affermato lo scienziato Rob Akers. Comprendere gli ELM, inoltre, è importante per la progettazione dei futuri reattori a fusione.

(Notizia aggiornata al 21 novembre 2003)

20 novembre 2003
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us