Energia

I filmati dei test nucleari americani

Restaurati per renderli duraturi nel tempo, sono disponibili in Internet. Ancor oggi offrono informazioni delle conseguenze delle drammatiche esplosioni nucleari causate dai test nucleari americani.

Alcune delle più drammatiche immagini riprese durante i test di esplosioni nucleari realizzati dagli Stati Uniti tra il 1945 e il 1962 in Nevada e sulle isole Marshall sono state restaurate e rese disponibili in un archivio appositamente creato dal Lawrence Livermore National Laboratory della California e in parte sono visibili su YouTube (nel video qui sopra invece abbiamo montato alcuni estratti delle esplosioni più significative).

I video, lunghi da pochi secondi fino a 7 minuti, giacevano nel laboratorio ancora su pellicola, ma a distanza di 60-70 anni hanno incominciato a mostrare segni di decomposizione e quindi si è intervenuti per digitalizzarli e renderli disponibili a chiunque li voglia vedere o studiare.

Al momento ne sono stati lavorati circa una sessantina, ma pian piano si spera di poter rendere fruibili i 10.000 video ancora presenti nel laboratorio. Ovviamente ogni esplosione veniva ripresa da decine di telecamere per osservare e studiare gli effetti a diverse distanze. Di questi video al momento ne sono stati declassificati 750 e 64 sono stati restaurati e resi pubblici. C'è dunque, ancora molto lavoro da realizzare.

Un esplosione atomica nel deserto del Nevada © Shutterstock

Oltre 200 test in atmosfera. «Ancora oggi fa impressione osservare quanta energia viene rilasciata durante un'esplosione. Queste immagini devono aiutarci a capire quanto devastanti possono essere simili esplosioni e quindi si spera che oggi e per sempre vi sia una riluttanza nell'utilizzare di nuovo armi di questo genere», ha detto Gregory Spriggs, un fisico specializzato in armi è responsabile del progetto Livermore.

I test nucleari andavano di pari passo con l'utilizzo delle bombe che vennero sganciate su due città del Giappone nel 1945 e che uccisero centinaia di migliaia di persone.

È stato calcolato che vennero realizzati oltre 200 test nucleari in atmosfera in parte sulle isole del Pacifico e in parte nel deserto del Nevada. Furono molte migliaia - alcuni sostengono addirittura 400.000 - i soldati e i marinai americani che osservavano le esplosioni in mare o in trincee appositamente costruite a pochi chilometri dai luoghi dove si sarebbe scaricata l'energia delle atomiche.

Un'esplosione atomica nell'Oceano Pacifico

Effetti devastanti. Scrisse Frank Farmer, un militare che assistette a 18 detonazioni atomiche nel 1958 mentre si trovava su una nave nel Pacifico: «Anche a distanza di chilometri si sentiva il calore dell'esplosione e la luce era così brillante che si potevano vedere le ossa delle proprie mani».

Solo nel 1963 si arrivò ad un trattato internazionale che vietava i test atmosferici, da quel momento gli Stati Uniti iniziarono a realizzare sperimentazioni all'interno della crosta terrestre.

Utili ancora oggi. Secondo Spriggs le immagini possono essere ancora utilizzate per ottenere informazioni: le attuali tecnologie infatti, permettono di studiare il comportamento delle onde d'urto, come la loro intensità e velocità, che sono causa di un gran numero di morti in caso di esplosioni di tal genere, che un tempo non si potevano studiare

20 marzo 2017 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us