Energia

Quanti tipi di rifiuti radioattivi ci sono?

In Italia, la Legge identifica tre categorie di rifiuti nucleari.


I CATEGORIA Sono i rifiuti a bassa attività (Low Level Waste, LLW) il cui tempo di decadimento radioattivo è dell'ordine di qualche mese fino a un massimo di alcuni anni. Provengono generalmente da installazioni nucleari, applicazioni medicali e industriali e dalla ricerca scientifica: sono materiali contaminati quali carta, stracci, indumenti protettivi, filtri, liquidi vari (soluzioni acquose o organiche) eccetera.


II CATEGORIA Sono i rifiuti a media attività (Intermediate Level Waste, ILW) il cui tempo di decadimento radioattivo varia da qualche decina ad alcune centinaia di anni. In questa categoria rientrano in gran parte i rifiuti provenienti da particolari cicli di produzione degli impianti nucleari e soprattutto dalle centrali elettronucleari di potenza e da alcuni particolari impieghi medici, industriali e di ricerca scientifica. Vi rientrano parti e componenti di impianto derivanti dalle operazioni di decommissioning (smantellamento) degli impianti nucleari oltre a scarti di lavorazione, rottami metallici, liquidi vari, fanghi, resine esaurite eccetera.


III CATEGORIA Sono i rifiuti ad alta attività (High Level Waste, HLW) il cui tempo di decadimento radioattivo raggiunge migliaia di anni e oltre e contengono la maggior parte dei prodotti di fissione e dei transuranici prodotti nel reattore.
In questa categoria rientrano in particolare:
- i rifiuti liquidi ad alta attività specifica derivanti dal primo ciclo di estrazione degli impianti di riprocessamento (o liquidi equivalenti) e i solidi in cui questi liquidi possono essere convertiti.
- i rifiuti contenenti emettitori di alfa e neutroni provenienti essenzialmente dai laboratori di ricerca scientifica, da usi medici e industriali, dagli impianti di fabbricazione degli elementi di combustibile ad ossido misto e dagli impianti di riprocessamento.


Il combustibile nucleare esaurito non è considerato generalmente rifiuto, in quanto contiene ancora una notevole quantità di materiale fissile utile, che può essere recuperato tramite processi chimici (riprocessamento). Nel caso in cui venga deciso di smaltirlo tal quale, costituisce invece rifiuto di III categoria.

[Fonte: Sogin]

18 ottobre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita straordinaria di Rita Levi-Montalcini, l'unica scienziata italiana premiata con il Nobel: dall'infanzia dorata alle leggi razziali, dagli studi in America ai legami con una famiglia molto unita, colta e piena di talenti. E ancora: l'impresa in Antartide di Ernest Shackleton; i referendum che hanno cambiato il corso della Storia; le prime case popolari del quartiere Fuggerei, ad Augusta; il mito, controverso, di Federico Barbarossa.

ABBONATI A 29,90€

Tutto quello che la scienza ha scoperto sui buchi neri: fino a 50 anni fa si dubitava della loro esistenza, ora se ne contano miliardi di miliardi. Inoltre, come funziona la nostra memoria; l'innovativa tecnica per far tornare a camminare le persone paraplegiche; la teconoguerra in Ucraina: quali sono le armi tecnologiche usate.

ABBONATI A 31,90€
Follow us