Energia

L'8% dell'energia prodotta in Europa nel 2014 è venuta dal vento

Buone notizie sul fronte dell'energia eolica: nel 2014 l'Unione Europea ha preso dal vento l'8% del suo fabbisogno di elettricità

Il raggiungimento del 20% di produzione di energia da fonti rinnovabili, rispetto alla richiesta globale di energia, è una delle finalità del cosiddetto Obiettivo 20-20-20, che i Paesi dell'Unione Europea si sono impegnati a raggiungere entro il 2020. Gli altri due "20" corrispondono ad altrettanti obiettivi: la riduzione del 20% delle emissioni di anidride carbonica (rispetto ai livelli del 1990) e l'aumento di rendimento ed efficienza energetica del 20%.

La produzione più efficiente di energia eolica è quella prodotta in mare lontano dalle coste. Ma è anche la più costosa da produrre.

Il vento all'8%. Una buona notizia arriva dall’ultimo "report" della Commissione Europea sull'energia eolica che si produce sul nostro continente: a fine 2014 era all’8% dell’energia elettrica richiesta. Un valore percentuale che corrisponde a 129 GW (gigawatt, milioni di Watt), in grado di soddisfare (singolarmente) le esigenze di Paesi come il Belgio, l’Olanda, la Grecia e l’Irlanda.

L'impatto visivo delle pale eoliche p spesso criticata anche dagli ambientalisti

In crescita ovunque. Secondo il Joint Research Centre della UE, entro il 2020 l’eolico potrebbe fornire il 12% della richiesta di energia dei Paesi dell'Unione. Una crescita che va di pari passo con quella segnata a livello mondiale (dai 3 GW di una ventina di anni fa agli attuali 370 GW).

Nel solo 2014 la crescita è stata del 48% rispetto al 2013. Lo sviluppo eolico europeo, sia di impianti su terraferma che in mare (offshore), hanno permesso a Paesi come la Danimarca, il Portogallo, l’Irlanda, la Spagna, la Romania e la Germania ci generare dal 10% al 40% della loro richiesta di energia elettrica dal vento.

Per limitare il rumore ed ottenere una sempre maggiore efficienza si cercano nuove strade nella forma e nella dimensione delle pale eoliche

Contestata. Le premesse e le promesse sono buone, ma va anche ricordato che l’energia eolica è, tra le fonti rinnovabili, la più discussa per l’impatto produce sull’ambiente dal punto di vista visivo, per il rumore prodotto dalle pale e per la moria di volatili che finiscono tra le pale stesse.

27 luglio 2015 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us