Energia

Come si produceva il gas illuminante?

Era un gas ricavato riscaldando carbon fossile in assenza di aria. A seconda della qualità di carbone, della temperatura e della durata della distillazione, si avevano gas con caratteristiche...

Era un gas ricavato riscaldando carbon fossile in assenza di aria. A seconda della qualità di carbone, della temperatura e della durata della distillazione, si avevano gas con caratteristiche diverse. Per essere adatto all’illuminazione, il gas doveva avere un alto contenuto di idrocarburi pesanti (benzene ed etilene). La luminosità di una fiamma dipende infatti dalla quantità di particelle incandescenti di carbonio liberate dalla combustione degli idrocarburi. Maggiore è il peso dell’idrocarburo, maggiore il contenuto di carbonio e quindi il potere illuminante.
Poca luce e puzzolente. Purtroppo i processi di produzione non consentivano di ottenere gas con quantità maggiori di idrocarburi pesanti, per cui la luce era comunque scarsa. Anche l’acetilene, che dava una fiamma più brillante, non ebbe grande diffusione, a causa del suo odore sgradevole.
L’illuminazione a gas si rivelò più efficace solo dopo il 1880, quando Carl Auer scoprì che una garza impregnata di ossidi di torio e di cerio, sistemata attorno alla fiamma, diventava incandescente e aumentava di molto la luminosità. Oggi si utilizza il gas naturale, che non contiene idrocarburi pesanti ma metano e altri idrocarburi leggeri. La luce della sua fiamma è molto debole, ma il potere calorifico è il doppio di quello del gas di carbone.

28 giugno 2002
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us