News

È vero che il gossip influenza la carriera?

Gli psicologi affermano che il gossip è positivo quando aiuta a socializzare. Ma che cosa succede in ufficio dove i pettegolezzi sono molto diffusi?

Inutile negarlo: è difficile non cadere nella tentazione di spettegolare al lavoro, parlando - di solito non bene - dei colleghi. Per questo, un team di ricerca della Washington State University (Usa) ha indagato su questa abitudine, arrivando alla conclusione che la carriera di chiunque potrebbe dipendere (anche) dal gossip: parlare bene o male di qualcuno, si sa, influenza i comportamenti degli altri.

niente Benefit lavorativo. I ricercatori hanno condotto un esperimento che ha coinvolto un campione molto eterogeneo di partecipanti. Per esempio, un gossip positivo (leggi: uno scambio di informazioni sulla reputazione di altri membri della comunità) riguardante il lavoro di una persona rendeva gli altri più propensi a darle un benefit lavorativo; il pettegolezzo negativo, invece, lo bloccava.

Scatta la Competizione. La cosa più interessante emersa dallo studio è però la motivazione che sta dietro a un pettegolezzo, e che finora non era mai stata indagata seriamente. Si pensava che parlare di altre persone della propria comunità aiutasse a far rispettare le norme sociali o che servisse a creare un legame tra i "pettegoli".

I risultati propendono invece verso un modello evoluzionistico competitivo: le persone usano il gossip per competere le une con le altre riguardo alle risorse preziose nella loro comunità. Insomma, sarà anche vero che i pettegolezzi possono avere degli aspetti positivi perché aiutano a socializzare e anche conoscere il mondo, seppur indirettamente, attraverso le informazioni altrui. Ma per quanto riguarda la carriera (propria o altrui), meglio stare un po' più attenti.

31 luglio 2023 Gianluca Ranzini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us