Anche una banca può essere sostenibile

Per il Country Manager di ING Italia, Alessio Miranda, è indispensabile che le banche facciano la loro parte per tutelare la salute del Pianeta.

«Anche noi dobbiamo fare la nostra parte, la salute del Pianeta riguarda tutti»: Alessio Miranda, Country manager di ING Italia, parla di cambiamenti climatici e di finanza sostenibile davanti a una platea molto attenta. Il tema è complesso, riguarda i risparmi dei clienti e gli investimenti degli istituti di credito.

Ambiente. Negli ultimi decenni la pratica di investire in aziende che seguono politiche etiche e che favoriscono la tutela dell'ambiente ha avuto un clamoroso aumento di popolarità. «Le banche», sottolinea Miranda, «devono impegnarsi sul fronte del cambiamento climatico perché è in gioco il nostro ruolo nella società».

In particolare ING a partire dal 2017 non finanzierà più le imprese che hanno nel loro core business l'estrazione del carbone: "verrà fatto gradualmente fino al 2025 quando smetteremo completamente".

Mutuo green. Un'attenzione all'ambiente a 360 gradi: «I nostri immobili sono alimentati da energie rinnovabili, abbiamo ridotto le ragioni per viaggiare e quando lo facciamo scegliamo mezzi di trasporto meno inquinanti possibili». Una banca deve impegnarsi a premiare le aziende che riducono l'impatto ambientale: «Noi abbiamo messo in campo una serie di sconti per queste imprese. Ma la nuova sfida riguarda le aziende piccole e i privati: abbiamo lanciato un prodotto semplicissimo, il mutuo green, per comprare, per esempio, una casa ecologica. Prossimamente sosterremo i clienti che ristruttureranno la loro casa rispettando l'ambiente o sostituendo la macchina vecchia con una elettrica».

E poi c'è l'inclusione finanziaria: una banca può dirsi sostenibile se ha delle pratiche che favoriscono la cultura finanziaria. La conoscenza dei meccanismi che guidano gli investimenti è fondamentale per fare delle scelte consapevoli: "entro il 2025 - conclude Miranda - vogliamo raggiungere in tutto il mondo 3 milioni di persone. In Italia abbiamo già cominciato".

L'intervista ad Alessio Miranda

5 novembre 2022 Chiara Raiola
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us