Ci vediamo al Focus Live

Vi aspettiamo al grande festival che stiamo preparando al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia di Milano dal 8 all'11 novembre.

focus-live-web02
|Francesca Abbate

Indossare un casco neurale per scoprire se voi e il vostro partner siete davvero fatti l’uno per l’altro. Camminare a gravità ridotta su Marte, preparare un cock­tail con un barman robot, vedere dal vivo come si forma uno tsunami... Segnatevi sul calendario la seconda settimana di novembre, perché potrete fare tutto ciò e molto di più. Con il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano vi stiamo preparando infatti un appuntamento imperdibile: la prima edizione di Focus Live, il festival della divulgazione scientifica di Focus.   

 

Scoperte... da toccare. L’abbiamo intitolato “La scelta”, si svolgerà al museo milanese dall’8 all’11 novembre e sarà l’occasione per incontrare i protagonisti della ricerca, ma anche molto altro. Nei padiglioni del museo si ritroveranno centinaia di studiosi, da Guido Tonelli, uno dei protagonisti della scoperta del bosone di Higgs, a Silvio Garattini, il più illustre farmacologo italiano, da Marica Branchesi, astronoma e una dei dieci scienziati più influenti del pianeta secondo la rivista Nature, a Claudio Bordignon, primo al mondo a curare un paziente con la terapia genica, insieme con tecno-star del Web come Salvatore Aranzulla, divulgatori come Luca Mercalli, astronauti come Paolo Nespoli...  


A Focus Live incontrerete protagoniste e protagonisti in tutti i campi scientifici e tecnologici, dalla paleontologia alla robotica, dalla matematica alla medicina, dalla Storia all’ingegneria alla zoologia. Ascolterete i loro punti di vista, discuterete con loro delle ultime scoperte. Ma, ciò che conta ancora di più, potrete sperimentare e toccare con mano, direttamente, i mille modi in cui la scienza e il progresso tecnologico ci cambieranno la vita, anzi ce l’hanno già cambiata. 


Nei padiglioni di Focus Live e nei laboratori del museo, infatti, i protagonisti sarete voi e l’obiettivo è quello di offrirvi esperienze indimenticabili. Imparerete a estrarre il Dna, a pilotare una navicella verso la Stazione spaziale internazionale; assisterete alle prodezze di da Vinci, il robot chirurgo capace di togliere la buccia a un acino d’uva e poi ricucirgliela; dialogherete con Watson, il campione di intelligenza artificiale di Ibm.


Il giornale prende vita. Perché noi di Focus abbiamo deciso di organizzare un festival insieme con il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia? Per dare una vita vera agli articoli che scriviamo ogni mese. E creare, stavolta dal vivo e non soltanto attraverso le parole stampate o via Web, una storia che si dipanerà per quattro giorni, seguendo un unico filo rosso. Focus Live, infatti, non è un semplice contenitore, bensì un racconto, al quale, come a tutti i racconti, scelti i protagonisti servivano anche un titolo e una trama. 

 

Il titolo del nostro festival, come si diceva, è “La scelta”, e nasce da una premessa che ci sembra difficile da contestare. Per la prima volta nella storia dell’umanità, Homo sapiens ha a disposizione gli strumenti per sconfiggere le difficoltà che lo tormentano fin dall’alba della sua esistenza: oggi può guarire da malattie considerate incurabili, nutrire, almeno in teoria, tutti gli abitanti della Terra, e grazie alla tecnologia regalare a tutti, quantomeno sulla carta, uno standard di vita da re. Per compiere il miracolo basterebbe fare collettivamente e singolarmente le scelte giuste, il che però non è affatto facile, e principalmente per due ragioni.


Da una parte, il progresso cambia lo status quo e costringe a mettere in discussione concetti ai quali siamo abituati ma che non bastano più ad affrontare una realtà che si evolve in modo ultraveloce. Già questo sarebbe difficile, se non si aggiungesse un problema ancora più spinoso: i nuovi strumenti che la scienza ci mette a disposizione sono spesso armi a doppio taglio, che aprono velocemente scenari controversi. Clonazione, genetica, intelligenza artificiale, robotica risolvono infatti tanti problemi quanti potenzialmente ne creano: cloni usati come banche di organi, interventi genetici per rendere “super” soltanto chi se li può permettere, robot intelligenti che decidono al posto nostro sono, come vi raccontiamo ogni mese sul nostro giornale, sbocchi possibili, ma certo non auspicabili.
gestire la complessità. Insomma, non esistono (più) scelte facili, o scorciatoie, e bisogna assolutamente imparare a gestire la complessità.

 

Questa, appunto, è la trama di Focus Live, e la tesseremo con l’aiuto di alcune tra le menti più brillanti e delle istituzioni più prestigiose nei vari campi della ricerca, teorica e applicata. 


Lo faremo attraverso i cinque padiglioni Terra, Homo, Scienza, Tecnologia, Spazio in cui si articola il festival, attraverso oltre cento incontri e alcune decine di laboratori, tenendo a mente il consiglio di Benjamin Franklin, scienziato e padre fondatore degli Stati Uniti, che abbiamo scelto come ispirazione per Focus Live: “Dimmi e io dimentico, mostrami e io ricordo, coinvolgimi e io imparo”. 


Cari lettori, lasciatevi coinvolgere anche voi: vi aspettiamo tutti, dall’8 all’11 novembre, al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia a Milano.

18 Luglio 2018

Codice Sconto

I protagonisti

 

del

 

Focus Live

Vedi anche
Più letti di Focus Live
Più CONDIVISI di Focus Live