Storia

Un misterioso calendario astronomico ritrovato in una tomba cinese di 2mila anni fa

Svelato il mistero di uno strano ritrovamento: gli archeologi hanno riconosciuto in un insieme di pezzi di legno legati tra loro un calendario astronomico.

Una serie di antichi listelli di legno perfettamente conservati sono stati scoperti all'interno di una tomba risalente a 2.000 anni fa nel sudovest della Cina. Ciò che li rende unici è il fatto che sulla loro superficie, gli archeologi hanno osservato dei caratteri legati a un antico calendario astronomico cinese, mai espresso prima in questa forma.

Ricco corredo. Il rinvenimento è avvenuto nel distretto di Wulong, a circa 1.400 km da Pechino, nel corso degli scavi condotti dagli archeologi della municipalità di Chongqing in una tomba a camera costruita nel 193 a.C. La sepoltura era perfettamente conservata e conteneva un ricchissimo corredo, che comprendeva centinaia di manufatti in bronzo, rame, bambù, legno e ceramica. Tra questi, ciotole, scatole, barattoli, piatti laccati, nonché strumenti musicali, figurine votive e altri oggetti di uso quotidiano.

oggetto enigmatico. Nel novero dei preziosi reperti, sono venuti fuori anche 23 foglietti di legno di dimensioni minute (larghi appena 2,5 centimetri e lunghi 10 cm), con dei piccoli buchi presenti ai bordi di ciascun listello, i quali suggeriscono che un tempo fossero legati insieme.

Informazioni astronomiche. Su ogni "pagina" lignea, gli studiosi sono riusciti a identificare lettere scritte a inchiostro riconducibili al cosiddetto Tiangan Dizhi, un antico ciclo astronomico cinese della durata di sessant'anni introdotto dalla dinastia imperiale Shang, al potere tra il 1600 a.C. al 1045 a.C. Secondo gli esperti, si tratterebbe dell'unico esempio di queste iscrizioni su listelli del genere mai ritrovato fino a oggi. Nel dettaglio, si ipotizza che uno dei foglietti potrebbe rappresentare l'anno corrente, cioè quello relativo alla prima chiusura della tomba, mentre gli altri 22 avrebbero potuto essere usati per indicare anni specifici del calendario antico.

Esempio unico. Gli archeologi ritengono che la scoperta del calendario potrebbe essere strettamente connessa alla professione e alle credenze del proprietario del sepolcro. Il fatto che i reperti abbiano un contenuto astronomico, inoltre, porterà i ricercatori ad approfondire gli studi sulle usanze e i riti funerari diffusi in epoca antica nella zona sud-occidentale della Cina, ancora in parte sconosciuti. A destare interesse è anche la datazione della tomba (193 a.C), ritenuta oggi una delle strutture funerarie più importanti costruita durante il regno della dinastia Han occidentale (206 a.C.-220 d.C.), il periodo di maggiore splendore artistico e culturale dell'antica Cina.

19 gennaio 2024 Massimo Manzo
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us