Storia

Esploratori al Polo Sud: tracce artistiche dell'ultima spedizione di Scott

Dipinto forse in Nuova Zelanda nel marzo del 1899, un acquerello si è conservato in una capanna in Antartide fino a oggi.

Un acquerello di 118 anni fa, dipinto da un esploratore del Polo Sud, Edward Wilson, è stato scoperto in Antartide, nel rifugio di Cape Adare, sotto un cumulo di materiali vari ricoperto da escrementi di pinguini. Wilson morì con il capitano Robert Scott e altri tre esploratori nel 1912 durante il loro drammatico ritorno dal Polo Sud geografico verso le coste del continente.

Per Josefin Bergmark Jimenez (New Zealand's Antarctic Heritage Trust) il dipinto è di una bellezza straordinaria. «Quando ho aperto il raccoglitore», ha dichiarato, «ho avuto un sobbalzo, letteralmente: quasi non credevo a quello che avevo davanti.»

polo sud, antartide, antartico, scott, wilson
La capanna a Cape Adare, in Antartide. © New Zealand's Antarctic Heritage Trust

Expertise complessa. Non è stato facile attribuire l'opera. Poteva essere il lavoro di un membro della spedizione norvegese Carsten Borchgrevink, che nel 1899 costruì due rifugi a Cape Adare, o di qualcuno di una delle due spedizioni di Scott. Solo quando la Jimenez ha avuto modo di vedere la scrittura di Wilson, nel corso di una conferenza alla Carterbury University (Nuova Zelanda), l’ha riconosciuta come quella presente sul quadro.

Storia curiosa. Willson aveva preso parte alle due spedizioni del 1911 e del 1912 come scienziato e medico, ma era anche un pittore di talento. Si è scoperto che aveva trascorso del tempo a Lyttleton, in Nuova Zelanda, e lì potrebbe avere visto il soggetto dell’acquerello, un rampichino (un passeriforme).

polo sud, antartide, antartico, scott, wilson
Edward Wilson (il primo a sinistra) con altri due membri della spedizione di Scott. © New Zealand's Antarctic Heritage Trust

Non è invece chiaro come il lavoro (datato "marzo 1899" nella firma) sia finito in Antartide. Il fatto poi che il dipinto abbia resistito per così tanto tempo è dovuto al fatto che era conservato in mezzo ad altri fogli di carta che hanno impedito alla luce di alterarlo.

La scoperta è del novembre 2015, ma è stata resa nota solamente adesso, dopo l'identificazione dell'autore e il recupero di altri reperti da Cape Adare.

28 giugno 2017 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us