Storia

Un tunnel e una camera segreta sotto alla Piramide della Luna

Sono stati individuati a 8 metri di profondità, sotto alla struttura nel complesso rituale di Teotihuacán, in Messico. Servivano forse per riti funebri e per simulare un passaggio simbolico verso l'Aldilà.

La Piramide della Luna, la seconda più grande costruzione del complesso rituale precolombiano di Teotihuacán, in Messico, ha nascosto un segreto (anzi, due) per 1700 anni. Sotto alla struttura che si erge per 43 metri, ci sarebbero infatti un tunnel e una camera nascosta, a una profondità di circa 8 metri. La scoperta archeologica di cui qualche dettaglio è stato rivelato il 24 ottobre, è basata su almeno tre secoli di supposizioni e studi, anche se nessuno si è ancora spinto a scavare sotto al complesso archeologico, importantissimo centro religioso per le civiltà che precedettero gli aztechi.

Senza rompere. L'Istituto Nazionale di Antropologia e Storia (INAH) messicano ha lavorato in collaborazione con i geofisici dell'Università Nazionale Autonoma del Messico nella zona archeologica a circa 40 km dalla capitale. Utilizzando una tecnica chiamata tomografia elettrica multielettrodo (ERT) utile per individuare le strutture sepolte, gli scienziati avevano inizialmente accertato, nell'estate 2017, la presenza di un passaggio segreto non meglio caratterizzato, sotto alla piramide.

Lo studio del suolo sottostante la Piramide della Luna. © Institute of Geophysics of the UNAM

Ora per la prima volta è arrivata notizia di una camera nascosta del diametro di 15 metri, ed è stata forse localizzata anche un'entrata del tunnel, a sud della Piazza della Luna, di fronte alla maestosa piramide. Un altro ingresso della galleria si trova forse sul lato est della struttura.

Un'anticipazione del viaggio. Non è chiaro a cosa servissero questi spazi, ma l'ipotesi è che la stanza potesse avere una qualche destinazione funeraria, e che il tunnel imitasse una sorta di "passaggio" verso l'Oltretomba. All'esterno della Piramide, costruita attorno al terzo secolo dopo Cristo, sono stati trovati diversi scheletri con deformazioni al cranio e oggetti in pietra verde come statuine e collane. Negli ultimi anni, inoltre, sono emerse evidenze di sacrifici di animali selvatici in altre aree sotterranee del complesso. Da questi indizi, ci si può forse fare un'idea di cosa potremmo trovare, dovessimo un giorno riuscire ad accedere a questi spazi.

31 ottobre 2018 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita straordinaria di Rita Levi-Montalcini, l'unica scienziata italiana premiata con il Nobel: dall'infanzia dorata alle leggi razziali, dagli studi in America ai legami con una famiglia molto unita, colta e piena di talenti. E ancora: l'impresa in Antartide di Ernest Shackleton; i referendum che hanno cambiato il corso della Storia; le prime case popolari del quartiere Fuggerei, ad Augusta; il mito, controverso, di Federico Barbarossa.

ABBONATI A 29,90€

Tutto quello che la scienza ha scoperto sui buchi neri: fino a 50 anni fa si dubitava della loro esistenza, ora se ne contano miliardi di miliardi. Inoltre, come funziona la nostra memoria; l'innovativa tecnica per far tornare a camminare le persone paraplegiche; la teconoguerra in Ucraina: quali sono le armi tecnologiche usate.

ABBONATI A 31,90€
Follow us