Storia

Trovato in Iran il rossetto più antico della Storia: ha 4.000 anni (ed era rosso)

Il ritrovamento del rossetto di Jiroft: era di un intenso colore vermiglio e offre preziose informazioni sull'industria cosmetica dell'età del bronzo. 

Migliorare il proprio aspetto con l'aiuto di trucchi e cosmetici, olii, profumi e simili prodotti di bellezza, spesso di origine vegetale e animale, è un'abitudine praticata in quasi tutte le civiltà umane, a prescindere dall'epoca e dalla latitudine. Ora, una scoperta archeologica avvenuta nell'attuale Iran ha svelato che il rossetto più antico di sempre è vecchio di quasi 4.000 anni.

Nuove analisi sul rossetto. Contenuto in una piccola fiala di clorite riccamente decorata, il cosmetico in questione era stato ritrovato nell'ambito degli scavi condotti nel 2001 nella provincia di Jiroft, nell'Iran sud orientale. Recentemente, un team di studiosi delle università di Padova e di Teheran li ha analizzati approfonditamente, nell'ambito di uno studio finanziato dall'Ismeo di Roma (associazione specializzata in attività di ricerca nelle zone dell'Africa e dell'Asia) pubblicato su Scientific Reports. Utilizzando la tecnica del Carbonio-14, si è così scoperto che fu realizzato tra il 1936 e il 1687 a.C., il che lo renderebbe il più antico esempio del genere. A produrlo fu la cosiddetta "civiltà di Jiroft", stanziata in quella zona a partire dal III millennio a.C. Quanto al proprietario, rimane ignoto, anche se è probabile che si trattasse di un personaggio in vista, dato che oggetti del genere erano considerati estremamente lussuosi. 

Mix di minerali. Il rossetto ritrovato è stato fabbricato con estrema cura e le decorazioni della sua confezione hanno fatto addirittura ipotizzare che prodotti del genere fossero già all'epoca commercializzati in contenitori "standard", dotati di forme specifiche che consentivano una facile identificazione visiva, esattamente come avviene oggi. Gli esami chimici condotti sui residui polverosi, che hanno assunto una colorazione violastra, hanno rilevato numerose sostanze minerali come l'ematite, nota per il suo colore vermiglio, la braunite, la galena, l'anglesite e altri composti organici. Gli studiosi hanno inoltre individuato la presenza di fibre vegetali, probabilmente utilizzate per profumare il rossetto date le loro proprietà aromatiche. Oltre a ciò, sono state identificate particelle di quarzo provenienti da sabbia macinata o cristalli, forse incluse per aggiungere un tocco di brillantezza al cosmetico. 

Prodotto di lusso. Quattro millenni fa, il rossetto doveva avere un intenso e brillante colore vermiglio, il che suggerisce come l'abitudine di colorarsi le labbra con tinte accese dovesse essere diffusa tra gli antichi abitanti dell'Iran sin dall'età del bronzo. Tale circostanza non è una sorpresa assoluta: in Egitto e nel medio oriente antico, infatti, in quel periodo la tradizione cosmetologia era alquanto sviluppata e prodotti come fondotinta, ombretti e eyeliner (di cui rimangono diverse testimonianze archeologiche) erano regolarmente utilizzati.

Quello che rende unico il rossetto di Jiroft, oltre alla datazione, è la sua pigmentazione rossa. Il ritrovamento offre peraltro informazioni preziose sull'industria cosmetica dell'età del bronzo, ancora poco sconosciuta. 

29 febbraio 2024 Massimo Manzo
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us