Storia

Tre relitti di navi romane colmi di tesori al largo dell'Egitto

Affondarono 2000 anni fa trascinando a fondo monete d'oro, busti di cristallo e statue a carattere religioso: oggetti preziosi che sono serviti nella datazione. 

Al largo della costa settentrionale egiziana, nel fondale marino antistante la città portuale di Alessandria d'Egitto, sono venuti alla luce i relitti di tre navi romane di 2000 anni fa, con ancora a bordo parte del prezioso carico.

Le tre imbarcazioni - e forse una quarta, che potrebbe essere individuata in futuro - affondarono nei pressi della baia di Abū Qīr, un ricco snodo commerciale nonché importante centro religioso, nelle cui acque si trovano anche i resti dell'antica città egizia di Heracleion.

Una moneta d'oro con l'effigie di Ottaviano Augusto. © Egypt's Ministry of Antiquities

Alcune monete d'oro trovate sulle navi, che ritraggono il primo imperatore romano a ricevere il titolo di Augusto (Ottaviano, nel 27 a.C.) hanno permesso la datazione dei relitti.

La testa di un busto attribuito a Marco Antonio. © Egypt's Ministry of Antiquities

Le statue. A bordo sono state anche trovate anche la testa di un busto di cristallo che ritrae forse Marco Antonio, il condottiero romano rivale di Ottaviano noto per il legame con la regina Cleopatra, morto proprio ad Alessandria d'Egitto nel 30 a.C.; e una statuetta votiva che riproduce Osiride, divinità egizia associata all'idea di morte e all'aldilà, e ai concetti di transizione e resurrezione.

Nell'insieme, i reperti descritti dal Ministero delle Antichità egiziane testimoniano i legami politici, commerciali tra l'impero e l'antico Egitto, all'interno del bacino del Mediterraneo.

27 novembre 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita, privata e politica, di Winston Churchill, il grande statista inglese che ha salvato il mondo dalla follia di Hitler. Il segreto della sua forza, le – non poche – debolezze, l'infanzia e i talenti dell'inquilino più famoso di Downing Street. E ancora: come nel 1021 il vichingo Leif Eriksson “scoprì” l'America; nella Vienna di Klimt; tutti gli inquilini del Quirinale; Tangentopoli e la fine della Prima Repubblica.

ABBONATI A 29,90€

Il lockdown e la rivoluzione digitale stanno cambiando il nostro modo di curarci. Ecco come gestire al meglio televisite e bit-terapie. Inoltre, gli impianti nucleari di nuova generazione; la prima missione del programma Artemis che ci riporterà sulla Luna; i vaccini e le infinite varianti del Coronavirus

ABBONATI A 29,90€
Follow us