Cultura

Specie estinte in Australia: la colpa fu dell'uomo

I primi ominidi giunti in Australia all'origine di una grande estinzione. Tutta colpa del fuoco.

Specie estinte in Australia: la colpa fu dell'uomo
I primi ominidi giunti in Australia all'origine di una grande estinzione. Tutta colpa del fuoco.

Il gusc io di un uovo di un Genyornis newtoni, un gigantesco uccello australiano ormai estinto. Foto: © Gifford H. Miller.
Il gusc io di un uovo di un Genyornis newtoni, un gigantesco uccello australiano ormai estinto. Foto: © Gifford H. Miller.

Troppi fuochi accesi per disboscare, aprire varchi nella vegetazione o creare campi di caccia finirono col condurre in Australia all'estinzione di diverse specie animali. Questa la semplice tesi sostenuta da Gifford Miller, ricercatore dell'università del Colorado, che in un recente studio ha dato la sua spiegazione a un'estinzione di massa avvenuta nel subcontinente circa 50.000 anni fa.
Troppi fuochi. Studiando le abitudini alimentari degli animali estinti e di quelli tutt'ora presenti in Australia, il ricercatore ha dimostrato come diverse specie cambiarono progressivamente la loro “dieta” solo dopo l'arrivo dell'uomo. Il motivo? Dove si stabilivano, le nuove popolazioni bruciavano ampie aree verdi distruggendo così la vegetazione che dava nutrimento alla fauna locale. Risultato: le specie che furono in grado di adattarsi a nuove “diete” sopravvissero, le altre scomparvero per sempre.
Cambio dieta. Ma come avvalorare questa semplice quanto sorprendente teoria? Miller ha studiato i frammenti di uova di emu (Dromaius novaehollandiae) e di un uccello oggi estinto, il Genyornis newtoni, rinvenuti a Port Augusta. Analizzando i livelli degli isotopi radioattivi di carbonio contenuti nei gusci, il ricercatore è stato in grado di dimostrare che se circa 45.000 anni fa l'emu ha modificato la sua dieta, il Genyornis non ha fatto altrettanto. Facile tirare le conclusioni: le popolazioni che giunsero in Australia circa 50.000 anni fa intaccarono l'ecosistema al suo livello più basso - la vegetazione - spingendo gli animali a modificare le loro abitudini. Solo le specie con una maggiore flessibilità alimentare riuscirono pertanto a sopravvivere.

(Notizia aggiornata al 11 luglio 2005)

11 luglio 2005
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Le sfide della Chiesa per tutelare la propria autonomia e i suoi territori. A colpi di alleanze, scomuniche, guerre, ma anche preziose committenze ai più grandi artisti del Rinascimento, ecco come i pontefici sono stati protagonisti di secoli di storia. E ancora: quando, 100 anni fa, l'Irlanda venne divisa in due; origini, regole e curiosità degli scacchi; perché le legioni romane erano imbattibili.

 

ABBONATI A 29,90€

Quale incredibile processo ha fatto nascere la vita sul nostro pianeta? Tutte le ultime ipotesi scientifiche. Inoltre: i numeri e le mappe della pandemia che ci ha cambiato nel 2020 e cosa ci aspetta nel 2021; le nuove frontiere del cinema; i software che ci identificano in base al modo di camminare; il sesso strano del mondo animale.

ABBONATI A 29,90€

Sul nuovo numero di Focus Domande&Risposte tantissime domande e risposte curiose e inaspettate nel nome della scienza. Per esempio: è vero che la musica fa cambiare sapore al formaggio? E che mariti e mogli con il tempo si assomigliano? E che la solitudine cambia il nostro cervello?

ABBONATI A 29,90€
Follow us