Storia

La siccità favorì il crollo della capitale dei Maya

A metà del '400 Mayapan, capitale dello Yucatan, crollò in seguito a un colpo di Stato, favorito forse da anni di siccità e tensioni sociali che avevano indebolito la popolazione.

Tra il XIII e il XV secolo la siccità contribuì a inasprire le tensioni sociali nella Penisola dello Yucatan, favorendo in ultimo il crollo della capitale Mayapan: è quanto emerge da uno studio pubblicato su Nature che ha analizzato i documenti storici ed esaminato i resti umani dell'epoca per individuare segni di violenza.

Mayapan – che tra il '200 e la metà del '400 governava circa 20.000 persone – fu abbandonata tra il 1441 e il 1461 quando i Xiu, una fazione politica rivale della dinastia che era al potere, massacrarono i Cocom, la famiglia che controllava la penisola fino a quel momento. Alla luce delle nuove scoperte i ricercatori sostengono che la vittoria dei Xiu fu favorita dalla situazione di tensione nella quale versava già la popolazione, iniziata a causa della mancanza di cibo dovuta alla siccità.

Po in secca
Imparare dal passato. Il caso di Mayapan può essere di monito per il nostro futuro: anche noi avremo a che fare con siccità sempre più frequenti che potrebbero portare a un aumento nelle tensioni sociali e a scontri di potere nei vari Paesi del mondo. © Baroni Luca Enrico | Shutterstock

Sparse per l'antica Mayapan gli studiosi hanno trovato diverse fosse comuni e strutture monumentali che testimoniavano un brutale massacro: «Alcuni corpi avevano dei coltelli conficcati nell'addome e nel bacino, altri erano stati tagliati e bruciati», spiega Marylin Masson, una degli autori dello studio. La cosa più sorprendente è che gli scheletri risalivano a 50-100 anni prima della caduta della città: perché?

Una città indebolita. Secondo gli autori i Xiu avrebbero approfittato della debolezza e del nervosismo che serpeggiava tra la popolazione per fomentare le ribellioni che portarono ai massacri e alle emigrazioni del '300.

Dopo questo periodo di inquietudine, Mayapan visse un breve tempo di pace e precipitazioni abbondanti attorno al 1400. Tuttavia la tregua non fu abbastanza lunga da consentire alla popolazione di riprendersi, e quando la siccità torno negli anni Venti del 1400 i Xiu poterono conquistare la città, ormai stremata dalla carestia e dalle tensioni sociali.

2 settembre 2022 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us