Storia

Ritrovato il relitto della nave che cercò di salvare il Titanic

Scoperto nel Mare d'Irlanda il relitto della nave mercantile che nel 1912 inviò un messaggio radio al Titanic per avvisare, inutilmente, della presenza di iceberg.

Un team di ricercatori della Bangor University (Galles, Regno Unito) ha ritrovato al largo del Mare d'Irlanda il relitto della SS Mesaba, la nave mercantile che tentò (invano) di avvisare il Titanic della presenza di iceberg sulla sua rotta.

Nel 1912, la SS Mesaba stava attraversando l'Oceano Atlantico quando inviò un messaggio radio al capitano del Titanic Edward Smith, allertandolo della presenza di diversi iceberg nei pressi della costa di Terranova. Se il messaggio fosse stato ascoltato, il destino dell'Inaffondabile e di 1.500 dei suoi passeggeri sarebbe potuto essere diverso.

relitto titanic
Il relitto del Titanic riposa al largo delle coste di Terranova, in Canada. Dal 1985, l’anno della scoperta, sono collassate diverse parti della nave – il tronchetto, il ponte di poppa, la coffa e la palestra. Nell'immagine (del 2004) la prua sulla quale Rose "volò" con Jack nel celebre film Titanic (1997) vincitore di 11 Oscar. © NOAA/Institute for Exploration/University of Rhode Island (NOAA/IFE/URI)

Dopo la tragedia del Titanic, il lavoro della nave mercantile continuò fino al 1918, quando venne affondata da un sottomarino tedesco. Da allora è rimasta nel fondo del mare, dimenticata per oltre un secolo.

Tecnologia all'avanguardia. Oggi, con l'aiuto delle nuove tecnologie, il relitto dell'SS Mesaba è stato ritrovato al largo del Mare d'Irlanda, sul fondale del quale giacciono 273 navi in meno di 20.000 km2. Il merito è di un ecoscandaglio multifascio all'avanguardia, un moderno sonar in grado di mappare il fondale marino in modo preciso e veloce. «Siamo riusciti a sviluppare un metodo relativamente economico per esaminare i relitti», spiega Innes McCartney, che ha partecipato alla ricerca. «Prima dovevamo immergerci più volte per identificare un relitto: ora, invece, ci basta collegare le informazioni che riceviamo dal sonar con quelle storiche, senza dover interagire fisicamente con ogni nave affondata».

11 ottobre 2022 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us