Storia

Scoperta la più antica trascrizione del Corano

Persi e ritrovati: rinvenute in una università della Gran Bretagna due pagine del Corano che potrebbero essere contemporanee a Maometto.

C’è voluta un’italiana, Alba Fedeli, ricercatrice presso l’Università di Birmingham, per portare alla luce un antico documento, scritto su pelle di pecora o di capra, che potrebbe essere la più antica trascrizione del Corano.

In base alla datazione potrebbe essere stato scritto quando il Profeta Maometto era ancora in vita. Un documento di inestimabile valore, dunque, rimasto nascosto per secoli nella biblioteca dell’università dove lavora e studia Fedeli. La ricercatrice, laureata all’Università Cattolica di Milano, stava conducendo ricerche per il suo dottorato, quando la sua attenzione è stata catturata da due pagine particolarmente "belle" inserite in una copia del Corano relativamente recente.

Scritte con inchiostro in Hijazi, si ipotizza che le pagine siano finite per errore all'interno di un manoscritto del Corano più giovane.

La sorpresa. I due fogli hanno incuriosito Fedeli perché già a prima vista sembravano più vecchi del libro che li conteneva. Così ha chiesto la loro datazione con l’analisi al Carbonio-14. Risultato: il manoscritto venne lavorato tra il 568 e il 645 dopo Cristo. Se così fosse ci sono alte probabilità che esso sia coevo di Maometto, il quale morì nel 632 - mentre le rivelazioni iniziarono dal 610.

Isa Waley, esperta della British Library Muhammad, ha poi dichiarato che «il testo è scritto in hijazi, un’antica forma dell’arabo, e mostra una calligrafia di alta qualità». Il frammento è parte della Collezione Mingana, che conta oltre 3.000 documenti raccolti da Alphonse Mingana attorno al 1920.

27 luglio 2015 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us