Storia

In Mesopotamia praticavano la pluricoltura molto prima di quanto si pensasse

Resti di miglio ritrovati in Iraq dimostrano che in Mesopotamia si ricorreva alla coltura mista già nel II millennio a.C.: mille anni prima di quanto ipotizzato finora.

Analizzando dei fitoliti (microscopici resti vegetali) di miglio risalenti alla metà del secondo millennio a.C. e raccolti nel Kurdistan iracheno, che anticamente era parte della Mesopotamia, un team di ricercatori della Rutgers University (USA) ha dimostrato che la pluricoltura, ossia la coltivazione stagionale di diverse piante sullo stesso terreno, veniva praticata nella regione molto prima di quanto si pensasse. Lo studio, pubblicato su Scientific Reports, ha inoltre evidenziato la natura interconnessa dell'Eurasia in quell'epoca, agli albori della globalizzazione alimentare.

Prima del previsto. Il miglio (Panicum miliaceum) è un cereale che viene raccolto d'estate, e cresce velocemente con poca acqua: i primi a coltivarlo furono gli antichi abitanti dell'Asia orientale, e fino ad oggi gli studiosi pensavano che la coltivazione di questo cereale fosse iniziata in Iraq solo nel primo millennio a.C., con la costruzione dei sistemi di irrigazione imperiali. «La nostra scoperta ci obbliga a riconsiderare le capacità dei sistemi agricoli che servivano al sostentamento degli abitanti delle prime città, Stati e imperi della Mesopotamia», sottolinea Elise Laugier, coordinatrice dello studio.

Miglio
L'importazione del miglio, cereale coltivato durante la stagione estiva, fu fondamentale per permettere l’inizio della pluricoltura nell'Antica Mesopotamia e diversificare la produzione agricola integrandolo a grano, mangime e foraggio. © Christian Camus | Shutterstock

Imparare dal passato. Questo studio si aggiunge ad altre ricerche sul tema che dimostrano che in passato le innovazioni agricole erano parte di iniziative locali, e venivano introdotte da pastori e agricoltori molto prima di entrare a far parte dei regimi imperiali di intensificazione agricola. Oggi il miglio non è un cereale comune nel sudovest asiatico o negli USA, ma secondo Laugier «chi si occupa di innovazione agricola dovrebbe considerare l'idea di investire in sistemi alimentari diversi e adattabili, come facevano gli abitanti dell'antica Mesopotamia».

31 gennaio 2022 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us