Speciale
Domande e Risposte
Storia

Quando (e perché) ci si salutava con un bacio?

Né strette di mano né tantomeno baci nell'era covid. Ecco alcune curiosità sulll'usanza di salutarsi con un bacio, molto antica e ricca di diversi significati.

Da quasi due anni, a causa della covid, le strette di mano per salutarci sono decisamente sconsigliate. Di baci, poi, non ne parliamo proprio. Curioso, però, ripercorrere in breve la storia sull'usanza di salutarsi con un bacio, che è non solo molto antica e dai diversi significati, ma anche ormani diffusa in tutto il mondo, o quasi.

Romani ed Ebrei. Già gli antichi romani usavano il bacio (ma non solo) come forma di saluto. Per gli Ebrei, poi, il gesto aveva un forte significato di fratellanza, dato che veniva dato sulla bocca anche tra persone dello stesso sesso. Il bacio più famoso? Senza dubbio il bacio di Giuda a Gesù. Inoltre, anche nelle lettere di Paolo ritorna spesso il tema del bacio fraterno tra persone che si incontrano.

E poi, il bacio tra Dante e Virgilio. Nella Divina Commedia, nel Canto VIII dell'Inferno Dante viene baciato sul viso da Virgilio come forma di rispetto, e per tutto il Medioevo si suggellavano la pace e le tregue con baci sulla bocca tra i capi delle fazioni nemiche.

quanti baci vuoi? Invece, come semplice forma di saluto, il bacio sulle guance ha ormai una diffusione planetaria, anche se ogni Paese ha i suoi usi e costumi. A guidare le nazioni in questo campo è la Francia, dove da regione a regione cambia il numero di baci da scambiarsi: fino ai quattro di alcune zone nord-occidentali e ai cinque di alcune piccole aree della Corsica.

Tre baci, invece, bastano in Olanda, Belgio, Svizzera e Polonia, così come in molte zone legate al cristianesimo ortodosso. Diffidenza verso il bacio tra uomini si ha invece nelle nazioni del nord Europa, dove il contatto fisico tra estranei non è comunque mai ben visto, mentre nei Paesi musulmani si "sbaciucchiano" gli uomini mentre è vietato, per i maschi, baciare le donne in pubblico. Infine, fino a qualche decennio fa, in Russia era diffuso anche il bacio sulle labbra tra uomini, come ci ricordano le foto degli incontri tra i leader comunisti durante la Guerra fredda.

----------
Tratto da Diamoci la mano, di Roberto Roveda, su Focus Storia 179 (settembre 2021).

16 settembre 2021
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Scipione e Annibale, Mario e Silla, Demostene e Filippo II di Macedonia... I giganti della Storia che hanno passato la loro vita a combattersi, sui campi di battaglia e non solo. E ancora: l'omicidio di Ruggero Pascoli, il padre del famoso poeta, rimasto impunito; il giro del mondo di Magellano e di chi tornò per raccontarlo; la rivoluzione scientifica e sociale della pillola anticoncezionale; nelle prigioni italiane dell'Ottocento; come, e perché, l'Inghilterra iniziò a colonizzare l'Irlanda.

 

ABBONATI A 29,90€

Tigri, orsi, bisonti, leopardi delle nevi e non solo: il ricco ed esclusivo dossier di Focus, realizzato in collaborazione con il Wwf, racconta casi emblematici di animali da salvare. E ancora: come la plastica sta entrando anche nel nostro organismo; che cos’è l’entanglement quantistico; come sfruttare i giacimenti di rifiuti elettronici; i progetti più innovativi per poter catturare l’anidride carbonica presente nell’atmosfera.

ABBONATI A 31,90€
Follow us