Storia

Prima dei Faraoni: un antico insediamento nel delta del Nilo

Scoperto un insediamento del Neolitico, risalente a 2.500 anni prima della costruzione delle Piramidi di Giza, con gli indizi sulla nascita dell'agricoltura in Egitto.

I resti di un insediamento umano abitato cinquemila anni prima di Cristo sono venuti alla luce in un area molto fertile del delta del Nilo, a Tell el-Samara, 140 km a nord del Cairo. Il villaggio del Neolitico, scoperto grazie al lavoro di un team di archeologi francesi ed egiziani, era vitale e attivo circa 7.000 anni fa, ossia 2.500 anni prima della costruzione delle Piramidi di Giza e 2.000 anni prima che il semi leggendario faraone Menes unificasse Alto e Basso Egitto. Si tratta di uno dei più antichi resti di comunità umana mai ritrovati nella regione.

Provviste millenarie. Gli scienziati hanno rinvenuto silos contenenti resti di ossa animali e materiale vegetale (reperti importanti ai fini della datazione), nonché strumenti di pietra e vasellame compatibili con la presenza di una comunità stanziale. La notizia del ritrovamento è stata data il 2 settembre dal Ministero delle Antichità egiziane.

Le radici della fortuna. L'analisi del materiale biologico scoperto nei silos fornirà un quadro più completo sulle prime comunità che popolarono il delta del Nilo e sulle origini di agricoltura e allevamento in Egitto. Secondo gli archeologi, le pratiche di sussistenza nel villaggio erano fortemente dipendenti dalla pioggia, e l'analisi dei reperti potrebbe fare luce sullo sviluppo dei sistemi di irrigazione che resero l'ampia foce del fiume sacro così ricca - dal punto di vista agricolo - nei millenni che seguirono.

Imbalsamatori precoci. Restando in tema di antico Egitto, un paio di settimane fa un'altra scoperta ha rivelato che anche la "ricetta" di sostanze usate per la mummificazione era già conosciuta e diffusa almeno 1.500 anni prima di quanto comunemente accettato, ed era già praticata 5.600 anni fa. Benché nell'area di Tell el-Samara non siano stati ritrovati reperti funebri, il quadro dell'Egitto pre-faraonico inizia gradualmente a farsi più chiaro.

5 settembre 2018 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us