Storia

Piombo nell'acqua degli antichi romani

Nelle case dell'Urbe arrivava un'acqua con una quantità di piombo 100 volte superiore al normale. Una concentrazione notevole, ma non abbastanza alta da causare problemi di salute.

Nell'acqua che bevevano gli antichi romani c'era una quantità di piombo almeno 100 volte superiore rispetto all'acqua delle sorgenti locali: è quanto sostiene una ricerca dell'Università francese di Lumière, Lione, pubblicata sulla rivista scientifica USA Proceedings of the National Academy of Sciences.

Questa contaminazione, dovuta al complesso sistema di tubature degli acquedotti dell'Urbe, se pur non compatibile con i moderni standard igienico-sanitari non era tuttavia sufficiente - hanno concluso gli scienziati - da rappresentare una minaccia per la salute.

Roma ieri e oggi

Quanto era bella Roma... quando era Caput Mundi: l'antica Roma ricostruita in 3D.
E la scoperta che porta indietro la data della sua fondazione di 200 anni.

Dal tubo al bicchiere. Secondo alcune testimonianze storiche, proprio l'avvelenamento da piombo sarebbe stato alla base di alcuni dei malanni più diffusi nell'Antica Roma (come per esempio la gotta, una forma di artrite infiammatoria) e avrebbe in qualche modo anche contribuito al declino dell'aristocrazia - minata nella salute - e alla caduta dell'Impero.

Per verificare queste ipotesi gli archeologi hanno prelevato campioni di sedimenti in alcune delle più importanti vie d'acqua romane: nella zona che precede il delta del Tevere, nei canali limitrofi e nelle vicinanze del Portus, l'antico Porto di Claudio e Traiano dove oggi si trova Fiumicino. Le analisi geochimiche sono state confrontate con le testimonianze storiche della presenza umana nelle varie aree e con le analisi di cinque tubature per l'acqua del I-II secolo d.C.

È emerso che nel periodo di splendore dell'Impero la contaminazione di piombo nell'acqua raggiunse un picco, dovuto probabilmente alle condutture utilizzate per l'acqua. Gli isotopi di piombo rinvenuti nei sedimenti sono infatti compatibili con quelli delle miniere di Spagna, Francia, Inghilterra e Germania dove venivano estratte le materie prime per realizzare le fistulae, le tubature idriche degli acquedotti romani.

Non è colpa del rubinetto
Nonostante i livelli di piombo da record non ci sono elementi tali - scrivono gli scienziati - per sostenere che l'acqua dell'antica Roma avvelenasse i suoi abitanti, e tantomeno che l'Impero sia caduto a causa del sistema di distribuzione idrico. «Ci vuole ben altro per avvelenare un'intera civiltà» hanno affermato gli archeologi.

Ti potrebbero interessare anche:

Fu la peste a far crollare l'Impero Romano?
Gli antichi Romani sono stati in America?
Fatti bella che andiamo a vedere i gladiatori: i cosmetici nell'Antica Roma
Il ritrovamento di un'antica nave romana

24 aprile 2014 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us