Storia

Pio XII, il papa contro la guerra

Discusso per il silenzio sull'olocausto, il papa Pio XII offrì asilo politico a molti antifascisti. E rimase a Roma sotto le bombe.

Uomo-cerniera tra tempi vecchi e nuovi, Pio XII fu il primo pontefice a comparire in tv e a scriverci sopra un'enciclica, ma fu anche soprannominato "il principe di Dio": per i natali aristocratici, ma anche per l'aura solenne che sembrava resuscitare l'antica maestà dei Papi-re. Rampollo di una famiglia ben inserita in Vaticano – il fratello Francesco, giurista, ebbe un ruolo importante nei Patti lateranensi del '29 – come nunzio apostolico in Germania maturò una grande esperienza del mondo tedesco.

Appelli inutili. Nel 1930, ormai cardinale, divenne segretario di Stato sotto Pio XI e avviò concordati con vari governi: tra questi il discusso accordo con il Reich nazista per le garanzie dei fedeli cattolici, violato però sistematicamente da Hitler. Alla morte di papa Ratti, Pacelli era il favorito e il suo solido background politico e diplomatico calamitò i voti del conclave.

Pio XII
Un ritratto di papa Pio XII in occasione della sua incoronazione papale, il il 12 marzo 1939. © Pubblico dominio

L'anno era il fatale 1939, alla vigilia di una nuova guerra mondiale che Pio XII tentò invano di scongiurare con iniziative diplomatiche e appelli. Celebre quello radiofonico dell'agosto '39: "Nulla è perduto con la pace, tutto può esserlo con la guerra".

Fallito l'obiettivo, si adoperò allora sul fronte umanitario: accolse in Vaticano esponenti antifascisti, istituì un Ufficio informazioni sui dispersi e una Pontificia commissione di assistenza per rifugiati e famiglie bisognose, mentre i conventi davano asilo a ebrei e perseguitati politici.

Difensore della città. Quando Roma fu bombardata si precipitò a recare conforto alla popolazione colpita, e anche dopo l'8 settembre si rifiutò di lasciare una città dove restava l'unico punto di riferimento: per questo, quando nel '44 la città fu liberata, folle di romani si recarono in piazza San Pietro acclamandolo come defensor civitatis.

Negli anni successivi si segnalò per l'acceso anticomunismo, culminato con la scomunica di fatto verso i cristiani che abbracciavano l'ideologia marxista, ma anche per la devozione mariana e un vasto magistero dottrinale. Dopo la morte arrivò il tempo delle polemiche, scatenate dalla corrosiva opera teatrale Il Vicario del drammaturgo tedesco Hochhut, sui passati "silenzi" di Pio XII di fronte all'Olocausto ebraico.

Tornata alla ribalta a più riprese – di pari passo con l'iter verso la beatificazione di papa Pacelli, criticata anche da esponenti della comunità ebraica – la leggenda nera sul Pastor angelicus (altro suo soprannome) persiste, sebbene la storiografia attuale abbia ampiamente riabilitato la sua figura.

Adriano Monti Buzzetti Colella

[Articolo tratto da Focus Storia Collection n.25 - novembre 2019]

24 agosto 2022 Focus.it
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Albert Einstein amava la vita, la fisica e odiava le regole. Osteggiato in patria e osannato nel mondo, vinse molte battaglie personali e scientifiche. A cento anni dal Nobel, il ritratto del più
grande genio del Novecento che ha rivoluzionato le leggi del tempo e dello spazio. E ancora: la storia di Beppe Fenoglio, tra scrittura e Resistenza; l'impresa di Champollion, che 200 anni fa decodificò la stele di Rosetta e svelò i segreti degli antichi Egizi; contro il dolore, la fatica, la noia: le droghe naturali più usate nel corso dei secoli.

ABBONATI A 29,90€

Il sonno è indispensabile per rigenerare corpo e mente. Ma perché le nostre notti sono sempre più disturbate? E a che cosa servono i sogni? La scienza risponde. E ancora: pregi e difetti della carne, alimento la cui produzione ha un grande impatto sul Pianeta; l'inquinamento e le controindicazioni dell’energia alternativa per gli aerei; perché ballare fa bene (anche) al cervello. 

ABBONATI A 31,90€
Follow us