Storia

Perché John F. Kennedy teneva una noce di cocco sulla scrivania presidenziale?

Il presidente degli Stati Uniti John F. Kennedy la usava come un fermacarte perché era un ricordo importante: gli salvò la vita durante la Seconda guerra mondiale.

Per lui era un portafortuna (usato come fermacarte), che gli ricordava di un episodio tragico capitatogli nel 1943. John F. Kennedy partecipò alla Seconda guerra mondiale al comando di una piccola unità navale di pattuglia nel Pacifico Meridionale. Il 2 agosto 1943 la sua barca motosilurante venne speronata da un cacciatorpediniere giapponese. Riuscì a nuotare per oltre tre miglia fino all'isola più vicina e, da ex campione di nuoto, portò anche in salvo un compagno ferito, stringendo tra i denti la cinghia del suo giubbotto di salvataggio. Arrivato fortunosamente su un'isola deserta, lui e gli altri sopravvissuti per due giorni trovarono da mangiare solo noci di cocco. Il 5 agosto, mentre JFK e un suo compagno erano in perlustrazione alla ricerca di acqua e cibo, scorsero su una canoa in mare Eroni Kumana e Biuku Gasa, due abitanti delle isole Salomone.

La noce di cocco di JFK in un fermacarte
La noce di cocco con il messaggio inserita in un fermacarte è custodita alla Biblioteca John F. Kennedy a Boston, nel Massachusetts. © Wikipedia

Messaggio di SOS. Arrivato fortunosamente su un'isola deserta, lui e gli altri sopravvissuti per due giorni trovarono da mangiare solo noci di cocco. Il 5 agosto, mentre JFK e un suo compagno erano in perlustrazione alla ricerca di acqua e cibo, scorsero su una canoa in mare Eroni Kumana e Biuku Gasa, due abitanti delle isole Salomone. Grazie a loro, JFK riuscì a recapitare alla più vicina base allea­ta, distante 65 km, un messaggio di SOS, scritto in maiuscolo, sul guscio della noce: "Isola di Nauro. Comandante. I nativi sanno. 11 sopravvissuti. Bisogno di una piccola barca. Kennedy". Kennedy e i suoi compagni vennero così portati in salvo: oggi la noce di cocco è in mostra nella Biblioteca John F. Kennedy a Boston, nel Massachusetts.

10 gennaio 2024 Alberto Cammelli
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us