Focus

Domande & Risposte Vai allo speciale

L'influenza spagnola... che non venne dalla Spagna

Perché l'influenza spagnola fu chiamata così? Eppure non ebbe origine in Spagna...

Influenza spagnola
L'auditorium municipale di Oakland, in California (USA), riconvertito come ospedale durante l'epidemia di influenza spagnola nel 1918. | Edward A. "Doc" Rogers / From the Joseph R. Knowland collection at the Oakland History Room

L'influenza spagnola fu chiamata così non perché veniva dalla Spagna, ma perché i primi a parlarne furono i giornali spagnoli. Infatti, la stampa degli altri Paesi, che era sottoposta alla censura di guerra, negò a lungo che fosse in corso una pandemia, sostenendo che il problema fosse confinato solamente alla Spagna.

 

Per questo, nella popolazione, si diffuse l'errata convinzione che quella malattia, che cominciava a mietere vittime anche in tutta Europa, provenisse dalla Penisola Iberica. 

Perché l'influenza spagnola fu chiamata così?
La foto scattata il 29 maggio 1919 mostra file di tende sistemate su un prato a Emery Hill a Lawrence, nel Massachusetts, dove venivano curate le vittime della pandemia di influenza spagnola. Questa news è tratta da Focus Storia. | wikipedia

La Grande guerra. La spagnola fu la più grave pandemia influenzale della storia: tra il 1918 e il 1920 uccise circa 50 milioni di persone, tra cui 675.000 negli Stati Uniti. Uccise più della peste del Trecento e più della Grande Guerra, di cui fu in un certo senso la coseguenza.

 

L'epidemia scoppiò a ridosso della Prima guerra mondiale e fu certamente favorita dalle condizioni umane e igieniche in cui dovettero combattere i soldati sui vari fronti, all'interno delle trincee. La caratteristica più sorprendente della pandemia fu il suo tasso di mortalità insolitamente alto tra le persone sane di età compresa tra 15 e 34 anni. Oggi si ritiene che fu diffusa dai soldati americani sbarcati in Europa dal 1917 per prendere parte alla Grande Guerra. 

 

13 marzo 2020 | Fabrizia Sacchetti