Storia

Paludi di burro

Qual è l'origine del burro e della cera che escono dalle paludi scozzesi? I ricercatori danno la colpa ai Celti.

Paludi di burro
Qual è l'origine del burro e della cera che escono dalle paludi scozzesi? I ricercatori danno la colpa ai Celti.

L'estrazione della torba, nella campagna irlandese.
L'estrazione della torba, nella campagna irlandese.

Chi scava nelle paludi scozzesi o irlandesi per raccogliere la torba, sostanza utile come combustibile, si può trovare spesso di fronte a sostanze biancastre simili a cera o burro. Lo strano materiale ha indotto gli indigeni a definire le paludi… burrose. Ma esistono davvero le paludi di burro? Un team di ricercatori ha cercato di fornire una prova scientifica a questa originale teoria popolare. E ha scoperto che la sostanza presente in quelle paludi è ciò che rimane del latte e della carne di epoche passate. Dopo aver analizzato i depositi di grasso presenti nelle paludi, i ricercatori sono giunti alla conclusione che si tratterebbe di grassi formati nel corso dei secoli dall'accumulo di sostanze alimentari deperibili.
Frigoriferi naturali. La tesi è che nei secoli passati le popolazioni celtiche, per conservare alimenti facilmente deperibili quali latte e carne, avessero trovato un modo particolarmente originale: sotterrarli nella palude sfruttando la temperatura fresca e la bassa presenza di ossigeno dei giacimenti di torba ricoperti dall'acqua. Dall'accumulo nel corso dei secoli di questi alimenti si sarebbe, quindi, formata quella particolare sostanza, del tutto simile al burro, che oggi fuoriesce dalle paludi.
Un dubbio che ancora resta da sciogliere è se effettivamente l'unico scopo del sotterramento fosse la sola conservazione del cibo: forse, dicono i ricercatori, ci troviamo di fronte a un primitivo processo di trasformazione del cibo per renderlo più gustoso. Ma questa, al momento, è solo una suggestiva ipotesi.

(Notizia aggiornata al 22 marzo 2004)

22 marzo 2004
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us