Storia

Palermo 1992: dopo Falcone, Borsellino

Palermo, 19 luglio: 100 kg di tritolo per quella che diventerà "la strage di via d'Amelio". Muoiono Paolo Borsellino e cinque agenti della sua scorta, 57 giorni dopo "la strage di Capaci".

Per ricordare Paolo Borsellino, ucciso a Palermo il 19 luglio 1992, e Giovanni Falcone, ucciso il 23 maggio dello stesso anno insieme alla moglie e tre uomini della scorta. A quegli eventi è dedicato l'articolo Il coraggio di essere eroi. Qui sotto un breve estratto da Focus Storia Biografie (2012) sulla famosa agenda di Borsellino, mai ritrovata.

 

Paolo Borsellino annotava appuntamenti e pensieri in un'agenda rossa che portava sempre con sé, e che il giorno dell'attentato sparì. Quando il 19 luglio scoppiò l'autobomba, fra i primi ad accorrere ci fu l'onorevole Giuseppe Ayala, ex magistrato, che abitava nelle vicinanze. Un ufficiale dei carabinieri aprì la portiera dell'auto ancora fumante di Borsellino e vide la sua borsa. La prese per darla ad Ayala, ma questi non accettò, perché era un parlamentare e non aveva alcun titolo per prenderla in consegna. Da quel momento non se ne seppe più nulla per qualche anno, quando spuntò la foto di un colonnello dei carabinieri sul luogo dell'attentato con la cartella da lavoro di Borsellino in mano. Indagato, l'ufficiale fu poi prosciolto per il furto dell'agenda: alla fine dell'iter processuale la Cassazione stabilì che nella borsa l'agenda rossa non c'era. Eppure i figli e la moglie di Borsellino ricordano che il magistrato quel giorno ripose l'agenda nella sua cartella prima di uscire di casa.

18 luglio 2020
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us