Storia

Paleo-oncologia: risalgono all’antico Egitto i primi tentativi chirurgici di curare un cancro

Gli antichi Egizi curavano il cancro? Le analisi di due crani umani mostrano tentativi chirurgici sperimentali di togliere lesioni cancerose, forse metastasi.

Dai testi antichi sappiamo che gli Egizi erano molto abili in ambito medico. Per esempio, erano in grado di identificare, descrivere e trattare malattie e lesioni traumatiche, costruire protesi e applicare otturazioni dentali. Per quanto riguarda altre patologie, come il cancro, sappiamo invece che non avevano conoscenze a sufficienza per poterle curare, ma dalle analisi di due crani umani, di cui uno risalente a 4mila anni fa, emerge il tentativo di un intervento chirurgico oncologico per estrarre una crescita eccessiva di tessuto e la volontà di studiare la malattia dopo la morte del paziente.

Le frontiere della medicina. «La nostra ricerca si poneva l'obiettivo di conoscere il ruolo del cancro nel passato, la diffusione di questa malattia e il modo in cui le società antiche affrontavano questa patologia", spiega Tatiana Tondini, ricercatrice dell'Università di Tubinga una delle autrici dello studio pubblicato su Frontiers in Medicine».

Lesioni cancerogene. Per farlo, i ricercatori hanno esaminato due crani conservati presso la Duckworth Collection dell'Università di Cambridge. Il cranio e la mandibola 236, datati tra il 2687 e il 2345 a.C., appartenevano a un individuo di sesso maschile di età compresa tra i 30 e i 35 anni. Mentre il cranio E270, datato tra il 663 e il 343 a.C., apparteneva a un individuo di sesso femminile di età superiore ai 50 anni.

Le analisi al microscopio hanno rilevato sul cranio 236 una lesione di grandi dimensioni, che potrebbe corrispondere a una neoplasia, oltre a una trentina di piccole metastasi.

Chirurgia sperimentale. Ciò che ha stupito i ricercatori è stata la scoperta di segni di taglio intorno a queste metastasi, che probabilmente sono stati fatti con un rudimentale bisturi metallico: «Dall'osservazione al microscopio sembra che gli antichi egizi eseguissero interventi chirurgici sperimentali intorno alle zone lese da cellule cancerose», ha spiegato il professor Albert Isidro, oncologo chirurgico presso l'Ospedale Universitario Sagrat Cor, specializzato in egittologia.

Medicina e società. Invece sul cranio E270, appartenente a una donna, erano presenti anche due lesioni guarite, causate da un trauma violento e ravvicinato, probabilmente procurate con un'arma da taglio. Queste lesioni cicatrizzate potrebbero significare che la donna sia sopravvissuta grazie a un'operazione chirurgica.

Questo tipo di ferita, non comune su un cadavere di sesso femminile, porta i ricercatori a ripensare al ruolo della donna nell'antichità, come sottolinea Tondini: «Questo individuo di sesso femminile era coinvolto in qualche tipo di attività bellica? Se è così, dobbiamo ripensare al ruolo delle donne come parte attiva nei conflitti».

31 maggio 2024 Paola Panigas
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us