Storia

Nessun massacro: il DNA dei canaaniti sopravvive ancora

I libanesi sono i discendenti diretti della popolazione descritta dalla Bibbia. Lo studio genetico smentisce il racconto dell'annientamento perpetrato dagli israeliti.

Secondo il racconto biblico, dopo l'esodo dall'Egitto, gli israeliti giunsero nella terra di Canaan, nel Vicino Oriente, assediarono la città di Gerico, ne fecero crollare le mura e sterminarono completamente la sua popolazione. In seguito anche altri insediamenti canaaniti furono rasi al suolo, in un'opera di distruzione che cancellò ogni traccia della civiltà rivale.

Le tracce archeologiche di questo annientamento non sono mai state trovate. Ora, uno studio genetico dimostra che i moderni libanesi sono i discendenti diretti dei canaaniti, e che il racconto biblico del loro sterminio è quantomeno esagerato.

Le ragioni dell'interesse. Il popolo di Cananea è tanto affascinante quanto misterioso. Fiorì nel Mediterraneo orientale ai tempi dei faraoni e delle prime città greche, e 4000 anni fa edificò importanti insediamenti negli odierni Libano, Israele, Giordania e Siria.

Si dice che ideò il primo alfabeto, e che in seguito diede vita a quel popolo di navigatori che tutto il mondo ricorda - i fenici. Tuttavia, non ci ha lasciato documenti scritti: quello che sappiamo ci è arrivato da fonti indirette - soprattutto dai racconti dei popoli con cui si scontrò: egizi, greci e israeliti.

Conservato. I ricercatori del Wellcome Trust Sanger Institute (UK) hanno prelevato DNA da 5 scheletri di canaaniti vissuti 3700 anni fa in un sito di sepoltura nella città libanese di Sidon. Hanno così scoperto che il 90% del DNA dei libanesi moderni è condiviso con quello dell'antica popolazione, che quindi non fu sterminata affatto.

Il dato è piuttosto sorprendente: la Cananea fu terra di ripetute conquiste, che evidentemente non hanno lasciato tracce evidenti nel DNA dei suoi abitanti. Il rimanente 10% è un'eredità dei popoli delle steppe asiatiche che successivamente invasero questi territori.

29 luglio 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us