Storia

Nessun massacro: il DNA dei canaaniti sopravvive ancora

I libanesi sono i discendenti diretti della popolazione descritta dalla Bibbia. Lo studio genetico smentisce il racconto dell'annientamento perpetrato dagli israeliti.

Secondo il racconto biblico, dopo l'esodo dall'Egitto, gli israeliti giunsero nella terra di Canaan, nel Vicino Oriente, assediarono la città di Gerico, ne fecero crollare le mura e sterminarono completamente la sua popolazione. In seguito anche altri insediamenti canaaniti furono rasi al suolo, in un'opera di distruzione che cancellò ogni traccia della civiltà rivale.

Le tracce archeologiche di questo annientamento non sono mai state trovate. Ora, uno studio genetico dimostra che i moderni libanesi sono i discendenti diretti dei canaaniti, e che il racconto biblico del loro sterminio è quantomeno esagerato.

Le ragioni dell'interesse. Il popolo di Cananea è tanto affascinante quanto misterioso. Fiorì nel Mediterraneo orientale ai tempi dei faraoni e delle prime città greche, e 4000 anni fa edificò importanti insediamenti negli odierni Libano, Israele, Giordania e Siria.

Si dice che ideò il primo alfabeto, e che in seguito diede vita a quel popolo di navigatori che tutto il mondo ricorda - i fenici. Tuttavia, non ci ha lasciato documenti scritti: quello che sappiamo ci è arrivato da fonti indirette - soprattutto dai racconti dei popoli con cui si scontrò: egizi, greci e israeliti.

Conservato. I ricercatori del Wellcome Trust Sanger Institute (UK) hanno prelevato DNA da 5 scheletri di canaaniti vissuti 3700 anni fa in un sito di sepoltura nella città libanese di Sidon. Hanno così scoperto che il 90% del DNA dei libanesi moderni è condiviso con quello dell'antica popolazione, che quindi non fu sterminata affatto.

Il dato è piuttosto sorprendente: la Cananea fu terra di ripetute conquiste, che evidentemente non hanno lasciato tracce evidenti nel DNA dei suoi abitanti. Il rimanente 10% è un'eredità dei popoli delle steppe asiatiche che successivamente invasero questi territori.

29 luglio 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cent'anni fa, la scoperta del secolo: la tomba di Tutankhamon – l'unica ritrovata intatta nella Valle dei Re - svelò i suoi tesori riempendo di meraviglia gli occhi di Howard Carter prima, del mondo intero poi. Alle sepolture più spettacolari di ogni epoca è dedicato il primo piano di Focus Storia. E ancora: la guerra di Rachel Carson, la scienziata-scrittrice pioniera dell'ambientalismo; i ragazzi italiani assoldati nella Legione Straniera e mandati a morire in Indocina; Luigi Ferri, uno dei pochi bambini sopravvissuti ad Auschwitz, dopo lunghi anni di silenzio, si racconta.

ABBONATI A 29,90€

L'amore ha una scadenza? La scienza indaga: l’innamoramento può proseguire per tre anni. Ma la fase successiva (se ci si arriva) può continuare anche tutta la vita. E l'AI può dirci quanto. E ancora, Covid: siamo nel passaggio dalla fase di pandemia a quella endemica; le storie geologiche delle nostre spiagge; i nuovi progetti per proteggere le aree marine; tutti i numeri dei ghiacciai del mondo che stanno fondendo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us