Storia

Meccanismo di Antikythera: una nuova interpretazione dalla scienza delle onde gravitazionali

Analisi usate negli studi delle onde gravitazionali hanno portato a un ricalcolo dei buchi nella macchina di Antikythera. E a un'ipotesi controversa.

Lungi dall'essere un reperto archeologico ormai statico e morto, il meccanismo di Antikythera si arricchisce di una nuova, possibile interpretazione, che pesca niente meno che dagli studi sulle onde gravitazionali.

Usando tecniche statistiche di norma sfruttate per analizzare le onde gravitazionali, increspature nel tessuto dello spazio-tempo generate dall'interazione tra corpi celesti estremamente densi, due scienziati hanno ricalcolato il numero di buchi presenti in una parte della macchina di Antikythera che doveva servire da calendario.

Ritrovato all'inizio del '900 nel relitto di una nave romana vicino all'isola di Cerigotto (Anticitera), tra il Peloponneso e Creta, il congegno di Antikythera è un antico calcolatore costruito circa 2200 anni fa, che mostrava le posizioni del Sole e della Luna per un qualunque giorno dell'anno, con le conseguenti eclissi, nonché i movimenti dei pianeti noti.

Il meccanismo di Antikythera era (anche) un calendario lunare

Secondo lo studio, pubblicato sull'Horological Journal, uno degli anelli del meccanismo, noto come "calendar ring" (anello del calendario) non conterrebbe 365 buchi ma 354. Sembra uno scarto da poco ma fa una differenza enorme: la differenza tra un calendario solare e un calendario lunare.

In base alla nuova interpretazione delle tacche presenti sull'anello, giunto a noi in forma di frammento, questa parte della macchina di Antikythera teneva il conto di tutte le 12 lunazioni (il periodo di tempo in cui la Luna, vista dalla Terra, attraversa ogni sua mutazione di aspetto fino a ritornare alla configurazione di partenza, che dura 29 giorni, 12 ore, 44 minuti, 2,8 secondi). Seguiva insomma l'anno lunare e non quello solare, come finora si era ritenuto.

Ma che cosa c'entrano le onde gravitazionali con la macchina di Antikythera?

Il nuovo studio sostiene che sia possibile inferire quanti buchi fossero presenti nell'anello originale usando i metodi statistici impiegati nella scienza delle onde gravitazionali.

Graham Woan, astrofisico dell'Università di Glasgow, ha provato a svelare i segreti del meccanismo di Antikythera sfruttando la statistica bayesiana, un approccio alla statistica che valuta la probabilità delle diverse ipotesi anche in base alle conoscenze pregresse oltre che rispetto i dati osservati.

Il suo collega Joseph Bayley, fisico e astronomo all'Università di Glasgow e ricercatore della collaborazione LIGO (Laser Interferometer Gravitational-Wave Observatory), l'osservatorio statunitense che nel 2015 permise la prima osservazione diretta di onde gravitazionali, ha applicato all'enigma archeologico lo stesso tipo di statistica impiegata per rintracciare le deformazioni del tessuto dello spazio-tempo.

Entrambi sono arrivati, in modo indipendente, alla conclusione che l'anello del calendario avesse in origine 354 o 355 buchi.


Meccanismo di Antikythera: il parere degli archeologi

Mistero risolto? Non proprio. Se i due scienziati, che non sono esperti di archeologia e neppure del congegno di Antikythera, avessero ragione, la loro teoria manderebbe all'aria i modelli più accreditati di interpretazione della macchina e del suo utilizzo.

Non a caso, molti archeologi dissentono con le loro conclusioni.

Tony Freeth, esperto del meccanismo di Antikythera dell'University College London, ha fatto notare in un'intervista al New York Times che l'antica e sorprendentemente avanzata macchina contiene già un calendario lunare assai più preciso, basato sul ciclo metonico - dal nome dell'astronomo greco Metone (V secolo avanti Cristo). Che senso avrebbe avuto inserirne un secondo, peraltro meno accurato?

Per altri scienziati, anche se la nuova stima del numero di buchi fosse corretta, non sarebbe però sufficiente a ipotizzare che indicassero un secondo - e ridondante - calendario lunare.

9 luglio 2024 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us