Storia

Malati e violenti: una fotografia degli abitanti delle metropoli neolitiche

Lo stress non è una prerogativa dei tempi moderni: sovrappopolazione, malattie e carestie strutturali erano problemi tipici di alcuni insediamenti umani di 9.000 anni fa.

In Turchia, 9.000 anni fa, gli abitanti di Çatalhöyük sapevano già molto bene cosa significasse condividere poco spazio e poche risorse con molte persone. Il commento (poco scientifico, è vero) emerge con forza da un ampio e pluriennale lavoro di analisi sui resti rinvenuti nell'insediamento neolitico di Çatalhöyük, scoperto alla fine degli anni '50.

In un periodo durato un migliaio di anni l'insediamento ospitò stabilmente tra le 3.500 e le 8.000 persone: può sembrare niente, ma, per l'epoca, era invece una enormità, del tutto paragonabile ai nostri livelli di sovrappopolazione. «Lo studio degli scheletri rinvenuti ha fornito molti dettagli sulle condizioni di vita e sui problemi che si vivevano in quella grande e affollata comunità agricola», spiega Clark Spencer Larsen, antropologo e biologo dell'Università di Colombo (Ohio, USA), coordinatore dello studio pubblicato su PNAS.

violenza, violenza sui minori, violenza sulle donne
Una discussione senza fine: la violenza è connaturata al genere umano? © Doidam 10 / Shutterstock

A causa del progressivo affollamento si dovettero dovettero intensificare allevamento e coltivazioni; dai cereali (soprattutto grano) si ricavavano pane e macinature per pappe in stile "porridge", ma l'eccesso di cibi morbidi nell'alimentazione, che, in generale, nel mondo abitato portò a un'evoluzione nel linguaggio, a Çatalhöyük ebbe come conseguenza anche l'insorgere di carie e infezioni al cavo orale.

Neolitico: la vita difficile e violenta nell'insediamento di Çatalhöyük
Un'abitazione nella Çatalhöyük neolitica: si accedeva all'unica stanza dal tetto. Sotto all'abitazione, le sepolture. © Clark Spencer Larsen et all.

Malattie e violenza. Come in un domino, un problema ne richiamava un altro: il sovraffollamento e la presenza di animali che vivevano a stretto contatto con gli umani favorì infezioni e malattie. Nel periodo di massima espansione dell'insediamento le case erano costruite l'una addossata all'altra, senza spazi, come cellette di un alveare: gli abitanti entravano dai tetti utilizzando delle scale, e i morti venivano sotterrati nelle abitazioni, già piene di spazzatura ed escrementi. La distanza tra l'insediamento e le aree delle coltivazioni aumentava, ma c'era bisogno di una sempre maggiore forza lavoro: la fatica, le malattie e la pessima alimentazione si "leggono" chiaramente nella struttura delle ossa rinvenute. E su molti scheletri e teschi (in maggioranza di donne, ma non solo) vi sono evidenti segni di violenze, spesso mortali.

25 giugno 2019 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us