Storia

L'unica fake news che portò a qualcosa di buono

Nella Londra vittoriana, la convinzione che i miasmi delle strade causassero il colera portò a costruire servizi sanitari e infrastrutture: peccato che fossero i batteri, i veri responsabili.

Oggi le notizie di pseudoscienza che si diffondono in modo virale su Internet possono essere tanto pericolose da risultare mortali: basti pensare alla ricomparsa del morbillo, causata dall'irrazionale paura dei vaccini, o alle morti prodotte dall'inquinamento, da Pechino a Parigi a Pittsburgh.

Tuttavia, in un'occasione, in passato, il potente potere di contagio delle bufale si rivelò portatore di novità positive: non perché le notizie fossero fondate - al contrario - ma perché il risultato comportò un importante progresso nei comportamenti dei cittadini di Londra nel XIX secolo.

Puzze assassine. Il padre della microbiologia, Louis Pasteur, scoprì l'esistenza dei batteri attorno al 1860, e nel 1879 il medico tedesco Robert Koch iniziò a collegare i patogeni all'insorgenza di specifiche infezioni.

Prima di allora, nella Londra vittoriana, nell'Ottocento, si era diffusa la convinzione che fossero i miasmi (le puzze) che esalavano dalle luride strade cittadine a causare malattie come tifo, colera, tubercolosi, polmonite, dissenteria.

A caccia di odori a Londra dopo alcuni casi di colera: un'illustrazione di primo '800. © Image via The National Library of Medicine

Igiene precaria. Non esistevano bagni pubblici e gli uomini urinavano in strada (le donne semplicemente evitavano di rimanere fuori a lungo). La spazzatura domestica con i resti di cibo veniva lasciata per strada, mentre i bisogni solidi si espletavano, anche nelle case più ricche, in pozzi neri nei cortili, di notte svuotati da addetti che se ne andavano poi in giro con secchi pieni di escrementi.

Il sottosuolo, saturo di escrementi, lasciava colare liquami nelle falde sotterranee. Dai cimiteri cittadini dietro le chiese, affollati di corpi sepolti troppo in superficie, esalavano gas dagli odori nauseabondi.

I social media prima del web (vedi): l'iPad di una volta. © Römisch-Germanisches Museum

Una forma di punizione. Con questo bouquet di fragranze ad appestare l'aria e la diffusione di malattie dovute alle cattive condizioni igieniche, i cittadini di Londra si lasciarono convincere dalla teoria degli odori: le puzze demoniache che si alzavano dai vicoli sfociavano per alcuni in problemi respiratori e per altri in malattie dello stomaco, a seconda delle predisposizioni di ognuno e delle sue "colpe morali".

Infrastrutture. Per la ragione sbagliata, le autorità londinesi corsero ai ripari. Velocemente, tra il 1850 e il 1870, si costruirono bagni pubblici, lavatoi e fognature degne di questo nome. Prendendo esempio dalla consuetudine francese, si iniziarono a seppellire i defunti nel verde, fuori città.

Come volevasi dimostrare. Le condizioni igieniche migliorarono, i contagi diminuirono. Come conseguenza, diminuì anche il fetore: tanto bastò per convincere i fautori della teoria dei miasmi di avere ragione. L'idea che fosse il tanfo a diffondere malattie rimase in auge per un po' - le idee campate per aria, lo sappiamo, sono dure a morire. Nel frattempo, però, la città era diventata moderna.

9 giugno 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Qual è la "retta via" indicata dal Corano e dalla Sunna? Come si riflette la Sharìa – la legge divina islamica - sulla vita delle persone e sugli equilibri fra mondo musulmano e occidente? Viaggio nel fondamentalismo religioso, islamico e non solo, per capire cosa succede quando la parola di Dio viene presa alla lettera, non tiene conto dei cambiamenti storici e sociali e si insinua nella politica.

ABBONATI A 29,90€

Come sarà la città del domani? Pulita, tecnologica, intelligente, come quella in costruzione vicino a Tokyo. E in giro per il mondo ci sono altri 38 progetti futuristici che avranno emissioni quasi azzerate nel nome della salute e dell’ambiente. Inoltre, le missioni per scoprire Venere; come agisce la droga dello stupro sul cervello; il paradosso del metano, pericoloso gas serra ma anche combustibile utile per la transizione energetica.

ABBONATI A 29,90€
Follow us