Storia

31 agosto 1997: muore Lady Diana, la donna che cambiò per sempre la monarchia inglese

Venticinque anni fa, il 31 agosto 1997, Lady Diana è vittima di un tragico incidente a Parigi. Finisce così la storia della donna che aveva offuscato il mito della monarchia tradizionale impersonata da Elisabetta II. La raccontiamo anche in un podcast.

Per raccontare la parabola di Diana Spencer si parte spesso e inevitabilmente dalla sua tragica fine. Il 31 agosto 1997, Lady Diana, insieme al suo compagno Dodi al-Fayed, rimase vittima di un incidente automobilistico sotto il tunnel del Pont de l'Alma a Parigi. La Mercedes su cui viaggiavano fu inseguita da un cronista e da alcuni fotografi e si schiantò contro un pilastro della galleria. Diana e Dodi morirono assieme a Henri Paul, responsabile della sicurezza dell'Hotel Ritz (di proprietà della famiglia al-Fayed) da dove erano partiti. Trevor Rees-Jones, membro della squadra di sicurezza privata della famiglia al-Fayed, rimase gravemente ferito.

La morte di Diana Spencer – la "regina del popolo" come l'aveva soprannominata l'allora Primo ministro Tony Blair – sconvolse milioni di sudditi del Regno Unito e mise a dura prova il protocollo di corte. Elisabetta II, erede della tradizione vittoriana, aveva mal tollerato la separazione di Diana dal figlio Carlo, suo erede al trono, e la successiva relazione della principessa con Dodi al-Fayed. Per la regina si dimostrò una spina nel fianco della regina in vita e persino nella morte.

LUTTO a metà. Dopo il grave lutto la regina Elisabetta gestì la situazione con evidente imbarazzo. Mentre un fiume di persone depositava mazzi di fiori per Diana davanti ai cancelli di Buckingham Palace e attendeva in coda, per ore e ore, di firmare i libri di condoglianze a St. James Palace, Elisabetta rimaneva nel castello scozzese di Balmoral. Rifiutò anche di far esibire la bandiera a mezz'asta sul Palazzo Reale: la tradizione vuole infatti che questa non venga innalzata se la regina è assente. 

OCCHI PUNTATI. Elisabetta uscì dall'impasse decidendo di rientrare a Londra e di presenziare ai funerali che sarebbero stati pubblici, come Blair aveva consigliato (ma non di Stato). Non solo: la bandiera reale, in barba alla tradizione, sventolò a mezz'asta sul pennone più alto di Buckingham Palace. Il 5 settembre 1997 la sovrana parlò ai sudditi e ricordò Diana in diretta televisiva. Il giorno dopo due miliardi di persone seguirono in diretta le esequie di Lady D, trasformandole in uno degli eventi televisivi più visti della Storia.

Siete interessati alle vicende di re e regine di ieri e di oggi? Su Storia in Podcast potete ascoltare le puntate dedicate alle famiglie reali e alle grandi dinastie di tutto il mondo e ai Savoia, una delle case reali più antiche d'Europa.

31 agosto 2022 Anita Rubini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Albert Einstein amava la vita, la fisica e odiava le regole. Osteggiato in patria e osannato nel mondo, vinse molte battaglie personali e scientifiche. A cento anni dal Nobel, il ritratto del più
grande genio del Novecento che ha rivoluzionato le leggi del tempo e dello spazio. E ancora: la storia di Beppe Fenoglio, tra scrittura e Resistenza; l'impresa di Champollion, che 200 anni fa decodificò la stele di Rosetta e svelò i segreti degli antichi Egizi; contro il dolore, la fatica, la noia: le droghe naturali più usate nel corso dei secoli.

ABBONATI A 29,90€

Il sonno è indispensabile per rigenerare corpo e mente. Ma perché le nostre notti sono sempre più disturbate? E a che cosa servono i sogni? La scienza risponde. E ancora: pregi e difetti della carne, alimento la cui produzione ha un grande impatto sul Pianeta; l'inquinamento e le controindicazioni dell’energia alternativa per gli aerei; perché ballare fa bene (anche) al cervello. 

ABBONATI A 31,90€
Follow us